PAT di Castelsaraceno, la Pro Loco chiede la collaborazione dei cittadini

Per un progetto ALSIA di valorizzazione del territorio. Si cercano documenti e foto che possano dimostrare storicità e appartenenza al comune di 6 prodotti

La copertina del Quaderno ALSIA n. 16 dedicato ai PAT

La copertina del Quaderno ALSIA n. 16 dedicato ai PAT

Data : 21 November 2021

Una call per i cittadini a collaborare per la valorizzazione del territorio: l'ha lanciata la Pro Loco di Castelsaraceno (PZ) per attivare il riconoscimento di alcuni PAT, i Prodotti Agroalimentari Tradizionali. 
"Nell'ambito dell'iniziativa "Un PAT per ogni Comune" promosso dall'ALSIA, in collaborazione con Pro Loco Unpli Basilicata - si legge su di una nota diffusa dalla Pro Loco sui canali social - stiamo lavorando insieme al Comune di Castelsaraceno per il riconoscimento dei seguenti prodotti tradizionali di Castelsaraceno:
- La 'Nnuglia
- La Munnulata
- Insalata Verza e Uva
- Pastorale
- Rafanata
- Zeppole Antiche
Chiediamo a tutti coloro che sono in possesso di materiale (documentale e fotografico) in grado di dimostrare la storicità (almeno 25 anni) e l'appartenenza al Comune di Castelsaraceno di questi prodotti, di mettersi in contatto con noi in tempi brevissimi.
Secondo il Decreto Ministeriale n. 350 dell’8 settembre 1999, infatti, i PAT sono quei prodotti "... le cui metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura risultano consolidate nel tempo …. e praticate sul proprio territorio in maniera omogenea e secondo regole tradizionali e protratte nel tempo, comunque per un periodo non inferiore ai venticinque anni.” Il progetto dell'ALSIA, portato avanti dai tecnici dell'Azienda agricola sperimentale dimostrativa dell'Agenzia "Pollino" di Rotonda (PZ), ha consentito l'iscrizione di oltre 70 PAT nell'area Sud della Basilicata, praticamente la metà di quelli registrati nell'intera regione. Un Quaderno dell'ALSIA, l'inserto monografico n. 16 supplemento della nostra rivista "Agrifoglio", li racconta e li descrive uno per uno lungo un itinerario virtuale e reale.
 

Redazione