Servizi di consulenza gratuiti dell'ALSIA su difesa fitosanitaria e agrometeorologia

Attivati dalla Regione Basilicata sulla Sottomisura 2.1 del PSR Basilicata 2014-2020. Iscrizione obbligatoria
didascalia.

Giornata dimostrativa.

Data:29 Feb 2020

Servizi di consulenza garantiti per altri 3 anni dall'ALSIA, e i costi saranno a carico della Sottomisura 2.1 del PSR,il  Programma di Sviluppo Rurale della Regione Basilicata. Lo ha stabilito la DGR n° 805 del 6 novembre 2019, la Delibera di Giunta regionale su “PSR Basilicata 2014/2020 – sottomisura 2.1 “Sostegno allo scopo di aiutare gli aventi diritto ad avvalersi di servizi di consulenza”. Approvazione disposizioni per l’attuazione attraverso l’ALSIA e recepimento del documento della Rete Rurale Nazionale “Metodologia per l’individuazione delle unità di costo standard (UCS) peri servizi di consulenza finanziati dalla sottomisura 2.1 del PSR – Maggio 2018”.

I servizi di consulenza andranno dall’agrometeorologia, ai modelli previsionali fitosanitari e alla taratura delle macchine irroratrici utilizzate per lo spargimento dei prodotti fitosanitari, fino al supporto per le fattorie didattiche e all'invio gratuito di Agrifoglio, il notiziario regionale ALSIA di agricoltura sostenibile. Un lavoro delicato, reso possibile dalla lunga esperienza acquisita in questi comparti dall'Agenzia che è tra l'altro dotata di idonea strumentazione (reti di stazione agrometeorologiche, software e hardware dedicati, aziende sperimentali) e personale tecnico specializzato.

La Misura 2 del PSR, in generale, attraverso il rafforzamento e la razionalizzazione del sistema di consulenza regionale, intende supportare le scelte aziendali volte ad introdurre nuove tecniche e nuove soluzioni operative, favorendo una sensibilizzazione dei produttori sia sulle tematiche economiche e produttive, sia su quelle relative alla sostenibilità ambientale delle attività agricole e forestali. Obiettivo della Sottomisura 2.1 è poi quello di migliorare le prestazioni economiche (migliorare la redditività, ridurre i costi, rendere più professionale la gestione) e la sostenibilità ambientale (rispetto delle norme, adozione di pratiche meno impattanti sull’ambiente).

Destinatari dei servizi di consulenza sono gli agricoltori, inclusi i giovani al primo insediamento, i selvicoltori e i gestori di aree forestali, le PMI - piccole e medie imprese - con sede nelle aree rurali, e altri soggetti pubblici o privati che operino nel settore della gestione delle aree rurali.

Modalità di erogazione del servizio

L’erogazione dei servizi potrà avvenire in forma personalizzata oppure collettiva. Nel primo caso dipenderà dalla realtà aziendale, dal tipo di coltura e di necessità specifica di consulenza che possa venire espresse direttamente dall’utente (es. consulenza in azienda o a sportello). Nel secondo caso, il servizio sarà erogato mediante confronto diretto con un gruppo di imprenditori aventi la stessa problematica da risolvere, attraverso incontri da svolgersi presso un’azienda, presso l’ufficio del tecnico o presso altro luogo, o mediante l’invio di informazioni di carattere generale per aree o colture (per esempio: bollettini fitosanitari, bollettini agrometeo etc.).                                                              

Registrazione attiva al servizio

Per poter usufruire dei servizi offerti dell’ALSIA è necessario registrarsi attraverso il sito ufficiale dell'ALSIA: in alto a destra, cliccando su “Accedi ai Servizi on-line”, si potrà compilare la Scheda di registrazione ai servizi di consulenza on-line per ottenere l’accesso a:

  • INFORMAZIONI PERIODICHE SULLA SITUAZIONE AGROMETEOROLOGICA E FITOSANITARIA LOCALE per le principali colture e sulle relative misure di difesa sostenibile da adottare, grazie ad una rete agrometeorologica e di monitoraggio fenologico e fitosanitario nonché di modelli previsionali gestiti dall’ALSIA;
  • INFORMAZIONE E AGGIORNAMENTO SULLE TECNICHE DI GESTIONE INTEGRATA E BIOLOGICA DELLE AVVERSITÀ;
  • INFORMAZIONI E CONSULENZA PERSONALIZZATE (in materia dei requisiti obbligatori e volontari per la gestione sostenibile della difesa e dei prodotti fitosanitari); erogata a 300 aziende agricole in tre anni che faranno richiesta del Servizio di consulenza personalizzata.

I criteri di priorità nella scelta delle aziende sono:

  1. AZIENDE CONDOTTE DA IMPRENDITORI AL PRIMO INSEDIAMENTO;
  2. AZIENDE CONDOTTE DA GIOVANI AGRICOLTORI;
  3. AZIENDE RICADENTI IN AREE REGIONALI SOTTOPOSTE A MISURE DI TUTELA E CONSERVAZIONE (es. Aree Natura 2000, aree parco o riserva, aree a rischio o soggette a desertificazione, aree a rischio contaminazione delle acque libere e di falda da fitofarmaci, aree soggette alla normativa nitrati ZVN, aziende in aree svantaggiate e di montagna);
  4. AZIENDE ADERENTI A MISURE AGRO-CLIMATICO-AMBIENTALI, con priorità per le aziende biologiche e per quelle in agricoltura integrata.