Vitivinicoltura: ecco le disposizioni attuative della Regione per la Promozione nei paesi terzi

Fino al 30 novembre le domande per i progetti relativi alla campagna 2020/2021

Data : 27 October 2020

Settore Vitivinicolo: anche in Basilicata è possibile presentare le domande di adesione alla misura del Ministero della Politiche agricole, alimentari e forestali  relativa alla “Promozione sui mercati del Paesi terzi". Le disposizioni regionali di attuazione sono state pubblicate sul BUR Speciale n. 94 del 23 ottobre 2020.

Per la campagna vitivinicola 2020/21, la deliberazione della Giunta regionale della Basilicata mette a disposizione  di imprese, organizzazioni interprofessionali, consorzi di tutela e cantine oltre 360 mila euro. La misura prevede un contributo a fondo perduto fino ad un importo massimo del 60% delle spese sostenute da chi ne faccia richiesta.

L’attività dei beneficiari deve rientrare nella produzione di vino Dop, Igp, spumanti di qualità, spumanti  aromatici e vini con l’indicazione della varietà.

Sono finanziabili non solo le attività relative alla produzione di vino, ma anche azioni di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità finalizzate a promuovere la qualità dei prodotti in termini di eccellenza, sicurezza alimentare e sostenibilità ambientale; partecipazione a fiere ed eventi di settore di rilevanza internazionale; campagne di informazione su denominazioni di origine, indicazioni geografiche, produzioni biologiche; studi di settore per valutare l’efficacia delle azioni di informazione e promozione messe in atto.

Il contributo minimo ammissibile per i progetti regionali non può essere inferiore a 30 mila euro. Per presentare le domande c’è tempo fino al 30 novembre 2020.

M. Agata