Focus

Irriframe, riparte il servizio personalizzato di consigli per l'irrigazione

Il supporto informatico, offerto dall'ANBI, per gli agricoltori lucani è frutto della collaborazione tra Consorzio di Bonifica della Basilicata e ALSIA
didascalia.

Home page del servizio IRRIFRAME.

Data:12 May 2020

Come già avvenuto negli anni scorsi, anche in questa stagione irrigua l’ALSIA, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica della Basilicata, attiverà il servizio IRRIFRAME. Si tratta di un supporto informatico che calcola il "volume di adacquamento" ed il "turno irriguo", con l’obiettivo di giungere a consistenti risparmi nell'uso dell'acqua, mantenendo elevata la produttività delle colture.

Il modello di calcolo si implementa con le informazioni relative al sistema suolo-pianta-atmosfera e con i dati delle centraline elettroniche del Servizio Agrometeorologico Lucano (SAL) dell'ALSIA. Personalizzato dai tecnici dell’Agenzia, esegue in automatico le seguenti operazioni (figura 1):

  • Calcola la quantità di acqua piovana che si infiltra effettivamente nel terreno;
  • Simula la crescita dell’apparato radicale e la fenologia delle colture;
  • Stima l’eventuale stato di stress idrico della coltura;
  • Stima l’apporto di acqua di falda e il flusso dell’acqua nel suolo;
  • Calcola il volume di acqua presente nello strato di terreno occupato dalle radici.

 

Figura 1. Modello di calcolo del bilancio idrico. In blu gli apporti di acqua e in rosso le perdite

 

Dal complesso calcolo, viene elaborato un consiglio irriguo personalizzato per ogni utente registrato. Per cui all’agricoltore si richiede solo di inserire nel sistema i dati relativi al proprio impianto irriguo ed alla coltivazione in atto. E’ obiettivo dell’Agenzia migliorare la qualità del consiglio irriguo lavorando sulla “personalizzazione” dei coefficienti colturali in ambiente Mediterraneo.

Questo sistema esperto è tra le novità tecnologiche che l’ANBI (Associazione Nazionale delle Bonifiche) offre agli associati e quindi agli agricoltori della Basilicata. IRRIFRAME è il sistema esperto più utilizzato in Italia. Negli anni, esso ha dimostrato la sua validità in termini di risparmio idrico (circa il 20% dei volumi irrigui medi stagionali) e rappresenta un’azione concreta alla politica agricola della UE, che pone come obiettivo primario il rispetto dell’ambiente e la tutela delle risorse naturali, tra cui l’acqua.

Un ulteriore vantaggio di questo sistema esperto è che esso genera automaticamente la documentazione da inserire nei disciplinari di produzione, nei quaderni di campagna, prevista dall’applicazione delle misure PSR Basilicata 2014-2020, tra cui la sottomisura 2.1.

Il corretto uso delle risorse idriche disponibili, oltre a dimostrare un elevato senso civico, è necessario perché non dobbiamo dimenticare che la passata stagione invernale è stata estremamente siccitosa, che si è chiusa con un deficit pluviometrico regionale del 45% e nel Metapontino del 73%. Quindi, è molto probabile che le disponibilità idriche dei prossimi mesi saranno critiche, visto che mancano negli invasi regionali circa 70 milioni di mc rispetto allo scorso anno (fonte Autorità di Bacino della Basilicata, dati aggiornati al 10/5).

Al servizio si accede gratuitamente, registrandosi ai servizi online dell’Agenzia (clicca qui) e/o o dal sito del Consorzio di Bonifica della Basilicata (clicca qui).

Agrifoglio n. 95 -  

Temi
Agrometeorologia
Autori
Emanuele  Scalcione

Alsia

Pietro Dichio

Alsia

Giuseppe Fabrizio

Alsia