Premio "Bandiera Verde Agricoltura" 2022 della CIA alla Comunità del cibo Pollino-Lagonegrese

Cerimonia di premiazione a novembre a Roma. Essenziale il ruolo degli agricoltori-custodi per la valorizzazione del territorio

Annibale Formica, presidente della Comunità del Cibo e dell'Agrobiodiversità Pollino-Lagonegrese

Annibale Formica, presidente della Comunità del Cibo e dell'Agrobiodiversità Pollino-Lagonegrese

Data : 15 October 2022

E' la "Comunità del Cibo e della Biodiversità di interesse agricolo e alimentare dell’Area Sud della Basilicata" ad aggiudicarsi per il 2022 il “Premio Bandiera Verde Agricoltura Agri-culture” istituito dalla CIA - Agricoltori Italiani. Secondo il Comitato esaminatore del Premio, "per l’impegno della Comunità del Cibo nel mettere al centro del proprio progetto la valorizzazione del legame tra agricoltura e tradizioni culturali locali”.

Un riconoscimento prestigioso, quello assegnato dalla Comunità del Cibo lucana, che giunge dopo circa 6 anni di lavoro intenso, teso a creare sinergie tra operatori pubblici e privati del Pollino e del Lagonegrese per la valorizzazione del territorio, in coerenza con gli strumenti di pianificazione e di programmazione nazionali e regionali. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 17 novembre 2022 a Roma, presso il Campidoglio, nella Sala Protomoteca. Il “Premio Bandiera Verde Agricoltura” – ha spiegato il presidente Cristiano Fini nella nota con la quale ha dato la notizia al presidente della Comunità del Cibo lucana, Annibale Formica - è un'iniziativa promossa dalla CIA - Agricoltori Italiani giunta quest'anno alla XX edizione. Vengono premiate aziende agricole, enti locali, associazioni, comuni, scuole e personalità che si siano particolarmente distinti nelle azioni e politiche svolte a favore dell’agricoltura, dell’ambiente, dello sviluppo territoriale, nonché di progetti didattici e di welfare relativi ad una migliore conoscenza del mondo agricolo, alla tutela dell’ambiente, della storia e dell’economia delle aree rurali".

La "Comunità del Cibo e della Biodiversità di interesse agricolo e alimentare dell’Area Sud della Basilicata" fu istituita il 26 novembre 2016 a Rotonda (PZ), a seguito di una forte azione propulsiva e di animazione territoriale di oltre 10 anni realizzata dall’ALSIA in quel comprensorio con la mappatura, la caratterizzazione, la conservazione e la valorizzazione della biodiversità vegetale autoctona. In assoluto la prima esperienza di comunità del cibo e della biodiversità in Italia, fu promossa ai sensi dell’articolo 13 della Legge n. 194 del 1° dicembre 2015 dalla Regione Basilicata e dalla stessa ALSIA, che ebbe il ruolo di capofila, e vide coinvolti gli Enti parco del Pollino e dell’Appennino Lucano, i Consorzi di tutela di prodotti DOP e IGP, gli agricoltori-custodi dell'agrobiodiversità, istituti scolastici, il Gal “La cittadella del sapere”, Associazioni, Gruppi di acquisto solidale, il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico e aziende di trasformazione di piante officinali.

Gli “agricoltori-custodi” - sottolinea una nota del presidente Formica - "sono stati i protagonisti e il riferimento costante di un’azione di promozione degli interessi collettivi, di animazione territoriale e di creazione di una rete di soggetti fortemente legati al territorio dal punto di vista storico, sociale e culturale, che svolgono un ruolo attivo nel sistema della biodiversità di interesse agricolo ed alimentare e del cibo locale".

Redazione

Le donne vittime di violenza e stalking attraverso il numero verde 1522, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le pari opportunità, attivo 24 ore su 24 e accessibile da tutto il territorio nazionale, possono chiedere aiuto e sostegno nonché ricevere informazioni. L'assistenza telefonica consente un graduale avvicinamento ai servizi con assoluta garanzia di anonimato.
Il Comitato Unico di Garanzia dell' ALSIA