Filiere agroalimentari: scatta l'esonero dei contributi previdenziali

Stanziati dal Mipaaf 426 milioni per coprire i primi sei mesi del 2020

Data : 17 September 2020

Filiere agroalimentari: riconosciuto dal Ministero delle politiche agricole e dal Ministero del Lavoro l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro, dovuti per il periodo che va dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2020.

"Ho firmato, subito dopo averlo ricevuto dal Ministero del Lavoro, il Decreto con cui consentiamo l'esonero contributivo per i primi sei mesi del 2020 per le filiere agroalimentari. Dal 16 settembre, come già avevo detto in molte delle aziende visitate in queste settimane, è scattato l'esonero dei versamenti previdenziali".  Ha fatto sapere in una nota la ministra Teresa Bellanova.

A disposizione delle filiere agroalimentari  i 426milioni previsti dal Decreto Rilancio e finalizzati all'esonero straordinario dai versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali a carico dei datori di lavoro dovuti per il periodo dal 1° gennaio al 30 giugno 2020. Ad essere interessate dal provvedimento le filiere agrituristiche, apistiche, brassicole, cerealicole, florovivaistiche, vitivinicole, nonché dell'allevamento, dell'ippicoltura, della pesca e dell'acquacoltura. Obiettivo, come più volte ribadito dalla Ministra ed esplicitato nello stesso decreto, il rilancio produttivo e occupazionale delle filiere agricole, della pesca e dell'acquacoltura.Dopo la firma della Ministra Bellanova, il Testo è stato immediatamente inoltrato al Mef per l'adozione definitiva del Provvedimento. 

M. Agata