Basilicata, XVIII edizione del premio Olivarum per i migliori oli EVO

L'organizzazione è curata dalla Direzione Generale per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione, con la collaborazione dell'ALSIA

Il logo del Premio Olivarum indetto dalla Regione Basilicata

Il logo del Premio Olivarum indetto dalla Regione Basilicata

Data : 01 December 2021

Scade alle ore 12:00 del 31 gennaio 2022 il termine per partecipare alla XVIII edizione del “Premio Regionale Olivarum per i migliori oli extravergine di oliva XVIII Edizione – Annata 2021/2022”, bandito dalla Regione Basilicata con Determinazione 16 novembre 2021, n. 3, dell'Ufficio Direzione Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione. Il provvedimento è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Speciale n. 82 del 25/11/2021.

Il concorso, bandito in attuazione della DGR, la Delibera di Giunta Regionale n° 3014 del 30 novembre 1999, della DGR n°468 del 24 aprile 2012 e della DGR n°50 del 22 gennaio 2018, punta a individuare e premiare i migliori oli extravergini regionali, ma anche a divulgare sia tra i produttori che tra i consumatori di olio di oliva il valore e l’importanza della qualità e genuinità. Il Premio rinnova lo stimolo nei confronti dei produttori olivicoli e dei frantoiani all'adozione di pratiche tese al miglioramento della qualità dell'olio extravergine di oliva portato sui mercati, e alla diffusione dele procedure di tracciabilità e di certificazione del prodotto a tutela dei consumatori e degli stessi produttori locali. Il concorso, tra l'altro, rappresenta uno strumento importante per promuovere e valorizzare la produzione olivicola regionale, e per valorizzare la tecnica e l’esperienza dell'assaggio dell'olio di oliva quale strumento di valutazione della qualità in sintonia con la vigente normativa italiana e comunitaria.

II concorso "Olivarum" è riservato esclusivamente agli oli extra vergini di oliva, provenienti da oliveti coltivati in Basilicata, prodotti e imbottigliati a norma di legge. Ai fini della classificazione degli oli saranno presi come base i parametri e le normative vigenti previste dalla Unione Europea. Possono partecipare al Concorso gli olivicoltori e/o produttori di olio in proprio, singoli o associati operanti sul territorio della Regione Basilicata con oli prodotti nella campagna agraria 2021/2022.

I campioni di olio saranno sottoposti ad esami organolettici e chimico-fisici per valutarne la qualità. Le analisi chimico-fisiche saranno effettuate presso il Centro Ricerche dell'ALSIA "Metapontum Agrobios", dove tra l'altro si svolgeranno le operazioni della Commissione di assaggio. Così verranno selezionati gli “oli lucani d’eccellenza” con punteggio uguale o maggiore a 80/100. Al primo classificato nella graduatoria generale sarà riconosciuto il premio Olivarum di questa XVIII edizione.

Ulteriori Menzioni speciali verranno assegnate al migliore delle seguenti categorie concorsuali:

- “Grande Produttore” riservata solo per lotti omogenei superiori ai 30 quintali;
- “Mono-varietale” solo se esplicitamente indicato in etichetta;
- “Biologico” solo se indicato in etichetta secondo la normativa vigente;
- “DOP Vulture” solo se esplicitamente indicato in etichetta secondo la normativa vigente;
- “IGP Olio Lucano” solo se esplicitamente indicato in etichetta secondo la normativa vigente;
- “Prodotto di Montagna” solo se indicato in etichetta secondo la normativa vigente.

CLICCA QUI per scaricare la Determinazione 16 novembre 2021, n. 3 (BANDO)

Redazione