Agroalimentare e effetti del Covid. Diffusi i dati di una ricerca del Crea

Ridotti i consumi di mele e latte, ma considerate le scorte mondiali il settore alimentare non sarà fra i più colpiti

I consumi di mele sono diminuiti secondo una ricerca del Crea sugli effetti del Covid19

I consumi di mele sono diminuiti secondo una ricerca del Crea sugli effetti del Covid19

Data : 21 May 2020

Il Covid 19 non metterà in ginocchio il settore agroalimentare ma non si esclude  che a risentire degli effetti sui mercati possa essere la zootecnia. E' uno dei risultati degli studi del Centro di ricerca Politiche e Bioeconomia del Crea sugli effetti del coronavirus. 
Fino al 2023 dovrebbero ridursi i consumi di mele e latte, mentre restano in linea quelli di carne, cereali e formaggi. Sotto il profilo delle esportazioni proseguono gli acquisti di cereali e formaggi, mentre cala il reddito agricolo (per ettaro) e zootecnico (per capo allevato). Le previsioni, comunque, non prevedono ricadute particolarmente negative in termini di consumi, dal momento che le scorte alimentari mondiali garantiscono la tenuta del settore.

Antonella Ciervo