ALSIA Basilicata, approvato in Seconda Commissione consiliare l'assestamento di bilancio 2020-2022

Crescenzi: "Il documento riguarda altri obblighi, e non può tener conto dei trasferimenti di personale di cui alla L.R. 41/2020 sui quali stiamo lavorando con la Regione"

Il direttore dell'ALSIA, Aniello Crescenzi

Il direttore dell'ALSIA, Aniello Crescenzi

Data : 09 January 2021

La Delibera di Giunta regionale riguardante l'assestamento di bilancio dell'ALSIA per il triennio 2020-2022 è stato approvata dalla Seconda Commissione consiliare (Bilancio e Programmazione) della Regione Basilicata. La seduta, presieduta dal consigliere Luca Braia, si è tenuta il 7 gennaio scorso, e l'approvazione è avvenuta a maggioranza con i voti favorevoli dei consiglieri Cariello e Sileo (Lega), Quarto (Bp), Bellettieri (Fi), e quelli contrari di Braia (Iv) e Carlucci (M5s). Da quanto appreso dal comunicato del Consiglio, ai lavori della Commissione erano pure presenti i consiglieri Acito (Fi), Vincenzo Baldassarre (Idea), Marcello Pittella (Pd), Carlo Trerotola (Pl), e Giovanni Vizziello (Fdi).

Ad illustrare il documento sono stati il Direttore dell’ALSIA, Aniello Crescenzi, e Rosanna Caragiulo, dirigente dell'Area Affari Generali e Finanziari dell'Agenzia. L'audizione ha riguardato anche il dirigente generale del dipartimento Programmazione e Bilancio della Regione, Domenico Tripaldi e i rappresentanti sindacali Funzione Pubblica Cgil, Giuliana Scarano e Fp Uil, Antonio Guglielmi.

"L'assestamento di bilancio - ha detto Crescenzi nel corso dell'audizione - è un atto squisitamente tecnico, che discende da specifici obblighi di legge, secondo i quali gli enti propongono l’assestamento entro il 30 novembre di ogni anno, come avvenuto in questo caso". Obblighi quindi inconciliabili - commenta Crescenzi - con quanto previsto successivamente dalla Legge Regionale 41 del 22 dicembre 2020, che trasferisce il personale all’Agenzia dai ruoli della Regione a quelli dell'ALSIA a far data dal 1° gennaio 2021.  "Il documento di assestamento, pertanto - ha sottolineato Crescenzi in Seconda Commissione - non ha né poteva avere alcun collegamento con l'articolo 10 della Legge Regionale 41/2020. Quella stessa Legge, infatti, rimanda al 31 gennaio 2021 la data entro la quale la Giunta regionale e il Direttore dell’Agenzia, previa informativa alle organizzazioni sindacali, adotteranno i provvedimenti in relazione alla rideterminazione delle rispettive dotazioni organiche e alla programmazione dei fabbisogni del personale, nonché alla contrattazione collettiva decentrata".

Il direttore generale Tripaldi ha poi precisato che “per l’assestamento di bilancio la Giunta regionale ha fatto la verifica tecnica e non ha riscontrato alcun problema. Per quanto riguarda il personale, il dottor Travaglio ha comunicato che gli stipendi dei dipendenti ora dell'ALSIA verranno corrisposti dalla Regione nelle more dell’approvazione del nuovo bilancio dell’Agenzia. Il trasferimento all’ALSIA – ha concluso Tripaldi - sarà incrementato. Le risorse che la Regione anticipa saranno poi decurtate. E’ solo un problema tecnico”.

 

 

 

 

 

 

Redazione