Durum Day, diffusi i dati sulla filiera del grano duro all'epoca del Covid19

Le Giornate del settore hanno portato allo scoperto problemi come l'aumento dei costi di produzione, ma nella grande distribuzione sono aumentati i consumi

Il Durum Day ha fornito la situazione della filiera del grano duro durante l'emergenza Covid19

Il Durum Day ha fornito la situazione della filiera del grano duro durante l'emergenza Covid19

Data : 27 May 2020

Nel periodo caldo dell'emergenza Covid19 la domanda è stata soddisfatta garantendo i consumatori,  ma la filiera del grano duro oggi deve fare i conti con problemi di logistica e costi di produzione in crescita. E' uno degli elementi emerso nel corso del Durum Day che ha consentito una analisi della situazione dopo l'emergenza. La lunga chiusura dei ristoranti non ha creato ricadute sul settore che nel frattempo ha visto crescere i consumi soprattutto attraverso la grande distribuzione con un aumento del 24% che ha toccato anche il 40% nel mese di aprile. In aumento, nei mesi del lockdown, anche la produzione di semola con un incremento del 15% e l'attività dei pastifici con numeri che segnano aumenti di oltre il 100%. Le scorte di grano duro, però, cominciano a segnare qualche difficoltà con scorte che, secondo le stime di Aretè, caleranno del 17% nella prossima campagna. Resta però l'attenzione dei consumatori verso la provenienza di materie prime e i prodotti di qualità 

Antonella Ciervo