Agosto 2023, temperature medie nella norma

In Basilicata piogge praticamente assenti. Il commento climatico mensile dei tecnici ALSIA del SAL

Cerealicoltura sull'Appennino lucano

Cerealicoltura sull'Appennino lucano

Data : 26 September 2023

Dopo un luglio particolarmente caldo e siccitoso, il più caldo della storia meteorologica almeno in Europa secondo le elaborazioni dell’Univeristà di Lipsia, agosto è stato molto più “normale”, almeno in Italia. Infatti, esso ha avuto una prima parte fresca e con temperature gradevoli rispetto alla seconda metà del mese dominata dall’anticiclone africano e quindi con una risalita della temperatura al di sopra della media.

Secondo l’OMM (Organizzazione Meteorologica Mondiale), gli ultimi tre mesi sono stati i più caldi mai registrati. Si stima un aumento della temperatura media di 1,5°C rispetto alla media preindustriale (periodo compreso tra 1850 e il 1900). A ciò si aggiunge che agosto 2023 è stato molto caldo e secondo solo al precedente mese di luglio. La temperatura media globale dell'aria (16,82°C) è stata di 0,71°C più elevata della media 1991-2020. Ondate di caldo molto intense ci sono state nell’Europa meridionale, Stati Uniti, Giappone, Australia, Sud America e in gran parte dell’Antartide (fig. 1).

Figura 1. Anomalia della temperatura di agosto 2023 a livello mondiale (Fonte: Copernicus)

 

 

Dal punto di vista pluviometrico, abbondanti piogge sono state registrate su gran parte dell’Europa centrale, Scandinavia e alcuni paesi dell’Europa orientale. Nella penisola iberica, sud della Francia, Islanda e in gran parte dell’Europa orientale, compresi i Balcani meridionali, il clima è stato più secco della media generando vasti incendi (fig. 2).

Figura 2. Anomalie delle variabili idrologiche di agosto 2023 in Europa (Fonte: Copernicus)

 

 

A livello nazionale, secondo le elaborazioni del ISAC-CNR, l’anomalia termica di agosto è stata pari a 0,48°C, con il nord molto più caldo del sud (fig. 3) e una piovosità che al sud è stata superiore alla media (fig. 4). Sempre secondo le elaborazioni del CNR, l’estate 2023 è stata più calda della norma di 1,04°C, con un’anomalia più elevata al nord (1,11°C) rispetto al sud (0,98°C) (fig. 5).

Figura 3. Anomalia della temperatura di agosto 2023 (Fonte: ISAC-CNR)

 

 

Figura 4. Confronto delle precipitazioni cumulate al sud Italia (Fonte: ISAC-CNR)

 

Figura 5. Anomalia della temperatura di estate 2023 (Fonte: ISAC-CNR)

 

 

Pertanto, ancora una volta dobbiamo registrare differenze importanti tra il nord e sud Italia, poiché le regioni del nord insieme all’Europa centrale sono state investite dalle calde e umide correnti di origine africana che hanno creato molti disagi non solo alla popolazione e agli animali ma anche alle coltivazioni. Infatti, l'Indice di Thom, parametro che misura il grado di disagio percepito dall'organismo umano in situazioni caratterizzate da alta temperatura dell'aria e un elevato grado di umidità relativa, ha raggiunto il valore più elevato il giorno 25 (Fig. 6).

Figura 6. Indice di Thom (Fonte: Centrometeo)

 

 

 

A livello regionale, lungo la valle del Bradano e in molte aree interne a sud della regione, la temperatura massima è stata superiore ai 35°C per circa dieci giorni consecutivi, fino a raggiungere il valore massimo di 41,4°C nel comune di Grottole in località Castellana). Complessivamente, in Basilicata sono stati contati poco più di dieci giorni con temperatura al di sopra della media, con surplus termici fino a 4°C nella terza decade di agosto. Decade che, dopo l’arrivo di aria più fresca dai quadranti settentrionali, negli ultimi giorni ha subito un calo importante della temperatura.

Anche in questo mese, le piogge sono state praticamente assenti in buona parte della regione, a parte qualche isolato evento temporalesco (fig. 7). Quantità degne di nota sono state registrate nelle aree interne del sub Appennino e Lagonegrese (vedi tabella).

Figura 7. Mappa regionale delle precipitazioni (Fonte: Servizio Agrometeorologico Lucano, ALSIA)

Tabella 1. Dati medi agosto 2023 (Fonte Servizio Agrometeorologico Lucano – ALSIA)

Area

t med °C

t min °C

t max °C

ur med %

ur min %

ur max %

prec mm

Et0 mm

Metapontino

26.5

15.2

38.7

53.8

18.5

95.4

3.6

7.5

Collina Materana

25.9

13.4

39.7

52.6

17.8

94.5

13.2

7.8

Vulture e Alto Bradano

24.4

12.1

38.5

54.1

17.8

87.9

7.2

7.6

Medio Agri e Basso Sinni

25.2

13.6

38.8

55.0

19.6

93.9

4.4

7.5

Sub Appenino e Alto Agri

21.3

9.5

35.8

62.7

19.6

96.3

25.2

7.0

Mercure e Lagonegrese

23.3

13.9

35.7

69.7

25.6

94.7

47.4

6.7

 

Dal punto di vista agronomico, per fortuna in questo mese le ondate di calore sono state meno intense e persistenti rispetto a luglio, per cui sia il disagio per i lavoratori e sia i danni alle produzioni di frutta e verdura sono stati meno diffusi. In questo contesto è importante una buona gestione dell’irrigazione in quanto, oltre a restituire le perdite per evapotraspirazione, deve svolgere una funzione mitigante e limitare le alterazioni metaboliche e le perdite di prodotto (rallentamento dell’attività fotosintetica, caduta e scottatura delle foglie e di frutti, ecc.). Un aspetto positivo di questa prolungata siccità è stata la facilità di accesso e di esecuzione dei lavori preparatori dei terreni per le ortive autunnali.

Ulteriori approfondimenti di tipo agrometeorologico sono disponibili sul portale ALSIA, nelle sezioni TEMI e SERVIZI.

Emanuele Scalcione, Pietro Dichio

Le donne vittime di violenza e stalking attraverso il numero verde 1522, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le pari opportunità, attivo 24 ore su 24 e accessibile da tutto il territorio nazionale, possono chiedere aiuto e sostegno nonché ricevere informazioni. L'assistenza telefonica consente un graduale avvicinamento ai servizi con assoluta garanzia di anonimato.
Il Comitato Unico di Garanzia dell' ALSIA