Turismo accessibile:  è questo il tema della prima sfida del 2019 di FactorYmpresa Turismo, il programma promosso dal Mipaaft (ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo) e gestito da Invitalia che offre servizi di accompagnamento e contributi economici alle imprese e agli aspiranti imprenditori della filiera turistica. L’obiettivo è far crescere qualitativamente l'offerta turistica e rendere l'Italia più competitiva sui mercati internazionali.

Per rispondere alla call c’è tempo fino alle ore 10 del 16 settembre 2019.  Il proprio progetto di business sul tema del turismo accessibile, in grado di pensare a soluzioni capaci di abbattere ogni ostacolo legato a condizioni fisiche, di età, salute, ceto sociale e livello culturale e proporre soluzioni per superarli, va presentato a Invitalia.

Gli innovatori in startup dovranno inviare a Invitalia un’idea progettuale centrata su una delle seguenti aree tematiche: accessibilità fisica; accessibilità delle informazioni; accessibilità generazionale; accessibilità culturale.

Invitalia selezionerà le migliori 20 proposte progettuali che guadagneranno la partecipazione all’Accelerathon, una full immersion di 36 ore dove mentor e tutor di Invitalia lavoreranno insieme agli startupper per  “accelerare” lo sviluppo dei progetti dei team per accompagnarli fino al pitch finale davanti a una giuria. Tutto questo succederà alla Coffee House di Roma, il 27 e 28 settembre, in un contesto di grande visibilità per tutte le startup finaliste: il World Tourism Event che ospiterà i vincitori di Factory per la premiazione.

Saranno premiati i migliori 10 progetti d’impresa con un contributo economico di 10.000 euro ciascuno, a cui si aggiungono i servizi di accompagnamento forniti da Invitalia. Prima di preparare e caricare sulla piattaforma di FactorYmpresa Turismo la presentazione dell’idea di business è necessario leggere il Regolamento e il documento Contesto e sfida.  

Per informazioni e chiarimenti è possibile scrivere a startup@invitalia.it.