La Crapiata, come ormai da tradizione,  giovedì 1 agosto, sarà la regina di Borgo la Martella. La sagra, giunta, alla sua 32a  è organizzata dall’Associazione La Martella “Antonio Montemurro” Onlus.

La manifestazione sarà aperta alle ore 19,30 con l’inaugurazione di una mostra fotografica. Poi dalle ore 20.30 spazio alla degustazione del prelibato piatto della tradizione contadina materana. 

Una ricetta secolare, quella della Crapiata fatta da ingredienti  dono della terra: ceci, fave, cicerchie, piselli, fagioli, lenticchie, pomodori, sedano, basilico, prezzemolo, cipolla, aglio, grano, granone e patate novelle. Un piatto che ha un forte significato simbolico: la Crapiata segnava la fine del lavoro nei campi, festeggiato con canti, balli e qualche bicchiere di vino come buon auspicio per il raccolto futuro. Non una semplice ricetta dunque ma un vero e proprio momento di ritualità collettiva, che preserva il ricordo di una festa contadina e del suo significato sociale.