In Basilicata torna BotanicuM, il convegno scientifico dedicato alle piante officinali lucane, e in occasione della sua decima edizione diventa itinerante: da venerdì 13 settembre, e fino a domenica 15, incontri, visite in campo, eventi e food saranno ospitati nei comuni di Castelluccio Superiore,  Castelluccio Inferiore, Rotonda e Viggianello, in provincia di Potenza.

Questa tre giorni, promossa dall’ALSIA, l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura, insieme ai Comuni della Valle del Mercure, alla Regione Basilicata e all’azienda EVRA di Lauria, sarà l'occasione per fare il punto sulla vitalità del comparto e sulle prospettive di sviluppo future. In particolare, nella sessione di sabato 14 settembre, in programma dalle 9.00 nella sede dell’Azienda agricola sperimentale dell’Alsia “Pollino” di Rotonda, si parlerà delle prospettive di sviluppo del settore officinale alla luce del Testo Unico e dei Decreti applicativi del decreto legislativo n.75/2018. Saranno inoltre forniti dati aggiornati relativi ai Registri varietali, alla caratterizzazione bio-agronomica delle piante officinali del Pollino, al luppolo spontaneo del Pollino. Il punto anche sulla produzione europea di piante officinali, sulla nuova filiera dei fiori commestibili e sulle attività del progetto ANTE a tutela della qualità e del consumatore, e sulle filiere agroalimentari dell’area sud della Basilicata.

  Agricoltura, ambiente, turismo e salute, sono i capisaldi dell’edizione 2019 di BotanicuM, per contribuire a un’ulteriore crescita della filiera delle erbe officinali, in una terra dalla biodiversità eccezionale.  Le favorevoli condizioni pedoclimatiche, la biodiversità delle specie vegetali e le caratteristiche degli ecotipi, garantiscono una qualità di eccellenza e di grande interesse, per le caratteristiche funzionali, nella preparazione degli integratori per il mercato nazionale ed estero.

La decima edizione del convegno sarà anche l’occasione per premiare l’Azienda agricola 2018 “Filiera Lucana Officinale” e assegnare il premio BotanicuM intitolato al dottor Vincenzo Caporale, che unì la Botanica alla scienza medica per curare i tumori.

 

Info: domenico.cerbino@alsia.it – 320.0241678

 

Leggi il programma completo