60 anni del "Briganti" e del Collegio dei periti agrari di Matera

Celebrazioni congiunte in occasione del Congresso nazionale all'ITAS. Un premio agli alunni più meritevoli
didascalia.

Un momento del Congresso nazionale.

L’Istituto tecnico agrario “G. Briganti” di Matera ha ospitato l’apertura del Congresso nazionale dei periti agrari che si è svolto all’MH Hotel di Borgo Venusio (Matera, 3-5 ottobre). Nell’occasione sono stati celebrati i 60 anni della fondazione dell’Itas, che coincidono con i 60 anni dall’istituzione del Collegio dei periti agrari di Matera.

La mattinata è stata aperta con un incontro tenuto nell’aula magna. Dopo il saluto del nuovo dirigente scolastico, Carmela Gallipoli, del presidente nazionale del Collegio dei periti agrari, Mario Braga, e di quello provinciale Giuseppe Silvaggi, gli interventi dei partecipanti si sono soffermati sul ruolo e sulla professione del perito agrario. Particolare attenzione è stata data ai percorsi professionali dei nuovi tecnici e alla connessione tra imprese e mondo della scuola, temi basilari del congresso nazionale. Si è anche parlato degli Istituti agrari protagonisti nell’innovazione del settore primario e sulla protezione dell’ambiente in relazione a tematiche di grande attualità, quali i mutamenti climatici. Molto apprezzati nel dibattito gli interventi di Salvatore Carone e di Andrea Lamacchia, che rispettivamente sono stati in passato dirigente scolastico e docente di esercitazioni di azienda, i quali hanno ribadito agli studenti l’importanza di una solida formazione per immettersi nel mondo del lavoro. Nel corso della giornata il laboratorio di Agronomia dell'Istituto è stata intitolato alla memoria di Emanuele Genchi, per lungo tempo presidente del Collegio dei periti agrari di Matera.

La mattinata è proseguita all’esterno della scuola con la messa a dimora, alla presenza del presidente nazionale dell’Ordine dei dottori agronomi e forestali, Sabrina Diamanti, di una palma washingtonia donata per la ricorrenza all'Istituto dal Collegio dei periti agrari materani. Da rilevare infine che, il giorno successivo, nel corso del Congresso nazionale sono stati premiati gli studenti Francesca Maria Agostinacchio, Francesco Perrone e Giovanni Ventura, quali alunni meritevoli dell’Itas di Matera.

Galleria immagini

×

Agrifoglio n. 90 - Ottobre/Dicembre 

Temi