Ciliegio Amarena

Scheda
didascalia.

.

Data:01 Jan 1970

Caratteri di riconoscimento

Sinonimi: locale

Foglia: lamina fogliare: media, forma: ellittica, margine fogliare: dentato, lunghezza del picciolo: medio

Frutto:  dimensione: piccolo, forma: rotonda, lunghezza peduncolo: lungo, strato di abscissione tra peduncolo e frutto: assente, colore della buccia: rosso, colore della polpa: rosa, colore del succo: rosa, consistenza: soffice, nocciolo: piccolo, forma in sezione ventrale: circolare.

Luogo, livello e condizione di diffusione

Vecchia varietà comune ed ampiamente distribuito in tutta l’area del Parco del Pollino.

Rilievi, osservazioni agronomiche,  commerciali, organolettiche

Albero: vigore: forte, tipo di ramificazione: medio, portamento: espanso/globoso

Epoca  fioritura: I dec. Aprile

Raccolta: I dec. Giugno

Utilizzo: consumo fresco.

Uso nella tradizione

Trasformazione per la produzione di marmellate e liquori.

Luogo di conservazione

Quest’albero chiamato anche ciliegio montano, è ampiamente diffuso nell’areale del Parco del Pollino e in particolare ad altitudine più alta come nei Comuni di Francavilla S.S. e Terranova del Pollino. Varietà presente in molti siti di conservazione degli agricoltori custodi del Pollino e presso il sito di conservazione Alsia Pollino e del campo catalogo di Forte Maria di Viggianello. Varietà iscritta nel repertorio regionale delle varietà in via di estinzione in base alla L.R.n.26/2008.

Natura e livello di conoscenza

Varietà già segnalata nel manoscritto “Il regno delle due Sicilie” nel 1853.

Supplemento monografico al numero 36 Agrifoglio “Gli antichi fruttiferi del Pollino”n.10

Referente

Alsia - Azienda Agricola Sperimentale Dimostrativa “Pollino” di Rotonda.

Agricoltore Custode: Forte Maria - Viggianello

Galleria immagini

×

Agrifoglio n. 93 -  

Temi
Biodiversità
Autori
Pietro Zienna

Alsia

Domenico  Cerbino

domenico.cerbino@alsia.it