Torna sui mercati "Pomovero", la passata libera da mafie e caporalato

E' arrivata al quarto anno la produzione di cinque cooperative pugliesi che supera ormai le 20 mila bottiglie

Le passate Pomovero, nate da un progetto contro mafie e caporalato

Le passate Pomovero, nate da un progetto contro mafie e caporalato

Data : 09 June 2020

Un prodotto che sostiene la filiera sana e lontana da mafie e caporalato. E' lo spirito del progetto nato quattro anni fa e che oggi, grazie al lavoro di quattro cooperative pugliesi ( Cooperativa Sociale “Unsolomondo”, Cooperativa Sociale “Semi di Vita”, Masseria “Terra d’incontro, Associazione “Avanzi Popolo 2.0” e Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto”)  è arrivato a 20 mila bottiglie di passata di pomodoro, il Pomovero". 
Al centro dell'iniziativa che continua a essere  presente sul mercato, ci sono il recupero dei beni confiscati alla mafia, lo sviluppo dell'agricoltura biologica e sociale e  il contrasto allo sfruttamento nei campi. 
Le paqssate si possono prenotare direttamente dal sito www.pomovero.it

Antonella Ciervo