Sapori dei Parchi in un click

Il Parco Nazionale Appenino Lucano Val D'Agri Lagonegrese

Il Parco Nazionale Appenino Lucano Val D'Agri Lagonegrese

Data : 23 December 2019

Ci sono  anche il Parco Nazionale del Pollino e il  Parco nazionale Appennino Lucano Val D'Agri Lagonegrese sul portale "Sapori dei Parchi", realizzato dal Ministero dell'Ambiente in collaborazione con Unioncamere.   Censiti, insieme ai 24 Parchi nazionali italiani, 117 prodotti di qualità tra Doc, Dop e Igp che raccontano e tutelano la biodiversità della nostra terra come i legami di un capitale naturale e culturale unico al mondo.

"Il portale Sapori dei Parchi è ospitato all'interno del sito del ministero dell'Ambiente - spiega il direttore generale Gestione Parchi, Maria Carmela Giarratano - all'indirizzo www.saporideiparchi.minambiente.it e vuole rappresentare un itinerario di prodotti" quindi "un collettore di informazioni sulle produzioni agroalimentari di qualità dei territori dei Parchi e offre una visione sistemica dell'offerta turistica di queste aree".

Nel portale possiamo trovare notizie sui prodotti tipici di ogni Parco.  Nella pagina relativa al Parco del Pollino sono sei i prodotti  a marchio censiti: i fagioli bianchi e la melanzana rossa dop di Rotonda,  il canestrato di Moliterno Igp, il pane di Matera Igp, il peperone di Senise Igp e il caciocavallo silano  dop.  Tre le tipicità inserite nella pagina del Parco dell’Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese:  il canestrato di Moliterno  Igp, i fagioli di Sarconi Igp e i vini Terre dell’Alta Val d’Agri  doc.

Valorizzare i prodotti tipici dei Parchi Nazionali, per il ministero dell'Ambiente, significa anche promuovere i territori protetti con le peculiari biodiversità e identità culturali, incoraggiando forme di turismo sostenibile collegato all'attività enogastronomica. Ed è per questa ragione che accanto alle schede relative ai  “sapori” dei Parchi, sul portale sono disponibili itinerari enogastronomici e naturalistici che consentono di scoprire le peculiarità di ciascuno territorio. 

Per la Basilicata e i suoi due parchi nazionali un’ottima vetrina nazionale per far conoscere di più e meglio i propri tesori.

 

 

Margherita Agata