Rimodulato il Programma apistico della Basilicata per il 2021 e 2022

La delibera della Giunta regionale ha proposto al MIPAAF una maggiore dotazione finanziaria per sostenere il comparto nel biennio

Data : 03 March 2021

E’ stato rimodulato il Programma Apistico della Regione Basilicata 2020/2022 per il 2021 e 2022, e ampliate le proposte per la dotazione finanziaria del biennio. Lo ha stabilito la Delibera di Giunta Regionale (DGR) 26 febbraio 2021, n.86, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 17 del 1° marzo.

Il Programma, in continuità con le azioni in corso, punta a migliorare le condizioni di produzione e di commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura, ponendo attenzione alla loro qualità, alla tutela dell’ambiente e dei consumatori, e alla crescita professionale degli operatori.

Il provvedimento della Giunta, che si riferisce al Reg. (UE) 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, è stato deciso a seguito di un aumento del budget per il settore apistico previsto nel Quadro Finanziario Pluriennale del nuovo bilancio UE.

Secondo le nuove tabelle finanziarie, approvate dalla Giunta in sostituzione di quelle contenute nella DGR n. 110 del 05/02/2019, l’Ufficio Zootecnia, Zoosanità e Valorizzazione delle Produzioni della Regione è autorizzato a inoltrare al MIPAAF, il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, la richiesta di una spesa complessiva di euro 986.000, di cui 325.000 per il 2021 e 671.000 per il 2022. Il finanziamento pubblico ammonterà per il biennio rispettivamente a euro 186.000 e 422.000 (in totale euro 608.000, di cui il 50% a carico del FEAGA ed il restante 50% a carico del Fondo nazionale di rotazione di cui alla Legge 16 aprile 1987, n. 183), mentre le quote a carico dei privati saranno rispettivamente di euro 129.000 e 249.000 (in totale, 378.000)

La rimodulazione del Programma, condivisa con le Associazioni e le Organizzazioni degli Apicoltori, compatibilmente con i fondi che saranno assegnati alle Regioni intende attivare – con specifici bandi – misure per:

  • l’assistenza tecnica agli apicoltori e alle loro organizzazioni;
  • la lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare;
  • la razionalizzazione della transumanza;
  • il sostegno ai laboratori di analisi dei prodotti dell’apicoltura
  • il sostegno al ripopolamento del patrimonio apistico dell’UE
  • la collaborazione con organismi specializzati in programmi di ricerca applicata in apicoltura
  • il miglioramento della qualità dei prodotti.

CLICCA QUI e scarica la DGR n. 86 del 26 febbraio 2021

Redazione