Premio Olivarum: iscrizioni aperte fino al 31 gennaio

Per la prima volta prevista una menzione speciale per il miglior IGP Olio Lucano

Data : 15 January 2021

Premio Olivarum: tutto pronto per la XVII edizione del concorso regionale per gli oli extravergine di oliva lucani. C'è tempo fino alle ore 12 del 31 gennaio 2021, per partecipare al nuovo bando di concorso che è stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Basilicata. Il concorso è riservato esclusivamente agli oli extravergine di oliva prodotti nella campagna agraria 2020/21, provenienti da oliveti coltivati in Basilicata, e prodotti e imbottigliati a norma di legge. Le modalità di iscrizione possono essere scaricate al seguente link: https://portalebandi.regione.basilicata.it/PortaleBandi/detail-bando-altri.jsp?id=6607

Novità di questa edizione è la menzione speciale per il miglior IGP Olio Lucano, il marchio “fresco” di riconoscimento dell’UE.

Insieme al vincitore assoluto del Premio Olivarum, saranno premiati gli oli lucani di eccellenza: un riconoscimento attribuito agli extravergine valutati con un punteggio di almeno 80/100. Non si premia un singolo prodotto, ma la qualità espressa dal comparto in maniera diffusa. Tutti gli oli di eccellenza saranno parte della "squadra" che rappresenterà la Basilicata in tutte le fiere e le esposizioni di settore, fornendo sul mercato un'offerta più completa e aderente alla realtà produttiva di qualità lucana. 

Sono previste, infine, le menzioni speciali "Grande produttore", "Olio monovarietale", "Biologico", "DOP Vulture" e "Prodotto di montagna".

L'organizzazione del concorso è curata dal Dipartimento Politiche agricole e forestali della regione, in collaborazione con l'ALSIA. Attraverso il concorso, Olivarum punta tra l'altro a diffondere tra produttori e consumatori la cultura dell'olio extravergine di qualità, a stimolare un'attenzione sempre crescente alle tecniche di raccolta, trasformazione e conservazione del prodotto, e a valorizzare la tecnica e l'esperienza dell'assaggio degli oli come strumento di conoscenza della qualità.

L'organizzazione del concorso, istituito nel 1999 dalla Regione Basilicata, è curata dal Dipartimento Politiche agricole e forestali, in collaborazione con l'Agenzia lucana di sviluppo e innovazione in agricoltura.  I campioni di olio sono stati sottoposti a valutazioni organolettiche e ad esami chimico-fisici dal Panel di Assaggio regionale presso il Centro ricerche dell'ALSIA "Metapontum Agrobios".

 Promuovere le eccellenze regionali del comparto olivicolo, per fare in modo che siano sempre più apprezzate dai consumatori e diffondere la tecnica e l’esperienza dell’assaggio dell’olio di oliva, è l’ obiettivo del concorso.

M. Agata