Parco del Pollino: adottato il Piano dalla Regione Basilicata

L'assessore Rosa: "In quest'area protetta adesso bisognerà muoversi rispettando le regole"

Il pino loricato, simbolo del Parco del Pollino

Il pino loricato, simbolo del Parco del Pollino

Data : 14 September 2020

Il Piano per il Parco nazionale del Pollino è stato approvato dalla Giunta regionale Su proposta dell’assessore all’Ambiente Gianni Rosa.

Grazie al Piano per il Parco la gestione del territorio sarà disciplinata attraverso: l’organizzazione generale del territorio e la sua articolazione in aree o parti caratterizzate da forme differenziate di uso, godimento e tutela;  vincoli, destinazioni di uso pubblico e privato e norme di attuazione relative con riferimento alle varie aree o parti del piano; sistemi di accessibilità veicolare e pedonale con particolare riguardo ai percorsi, accessi e strutture riservati ai disabili ai portatori di handicap e agli anziani;  sistemi di attrezzature e servizi per la gestione e la funzione sociale del parco, musei, centri di visite, uffici informativi, aree di campeggio, attività agro-turistiche;  indirizzi e criteri per gli interventi sulla flora, sulla fauna e sull'ambiente naturale in genere.

“Finalmente, dopo 27 anni – ha detto l’assessore Rosa – all’interno di quest’area protetta bisognerà muoversi rispettando le regole indicate dal Piano, tutte finalizzate a proteggerla  e a valorizzare le sue straordinarie potenzialità ambientali, turistiche ed economiche. Dal 1993, anno di istituzione del parco nazionale del Pollino, si è solo parlato della necessità di darsi delle regole per questo importantissimo e strategico polmone verde affacciato fra la Calabria e la Basilicata. Ma non si era mai fatto nulla, mettendo a rischio questo patrimonio ambientale”.

Il Piano per il Parco indirizza, infatti, anche le attività di salvaguardia dell’area protetta nonché le azioni mirate ad accrescere lo sviluppo socio-economico e culturale della comunità del Parco.

M. Agata