PSR, la Basilicata raggiunge gli obiettivi di spesa 2020

Lo conferma il monitoraggio dei dati AGEA pubblicato da Rete Rurale Nazionale. La nuova sfida del biennio di transizione 2021-22

Data : 04 February 2021

Il Programma di Sviluppo Rurale della Basilicata, insieme alla maggior parte di quelli italiani, ha raggiunto gli obiettivi di spesa previsti per il 2020, e si attesta ora al 52,51% di quella cumulata. Lo dimostrano i dati del monitoraggio di AGEA, l’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura, su “Avanzamento della spesa (Pubblica e quota FEASR) effettivamente sostenuta e situazione disimpegno automatico FEASR al 31 dicembre 2020”, pubblicati da Rete Rurale Nazionale 2014-20.

Dai dati pubblicati, nell'ultimo trimestre 2020 sono stati spesi complessivamente dalle Regioni circa 1 miliardo e 422 milioni di euro (con 724 milioni di euro di FEASR), e la spesa complessiva dello sviluppo rurale da inizio programmazione sale quindi al 58%, per un totale erogato di 12 miliardi e 120 milioni di euro. La spesa della Basilicata nello stesso ultimo trimestre dell'anno scorso è stata di 51.980.129,05 (31.447.978,57 FEASR).

Il risultato non era scontato: gli effetti delle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria da covid-19, e le ripercussioni logistiche e amministrative, rischiavano di compromettere la complessa macchina di erogazione dei fondi europei. Un’ulteriore sfida sarà ora rappresentata dagli effetti del cosiddetto “Regolamento transitorio”, cioè il Regolamento (UE) 2020/2220 approvato nel dicembre scorso, con il quale è stato disposto di proseguire l’applicazione delle norme dell'attuale quadro della PAC 2014-2020 anche per le annualità 2021 e 2022, dotando così il FEASR di risorse aggiuntive. Anche la Basilicata si appresta a modificare i propri Programmi per questo biennio di transizione, e proprio nei giorni scorsi la Regione ha avviato le consultazioni con i componenti del Tavolo regionale di Partenariato.

Redazione