Olivarum, a Melfi il 24 marzo la cerimonia conclusiva della XVIII edizione

L'evento era stato rinviato causa neve. Saranno premiati i migliori oli extravergine di oliva dell'annata 2021/2022

Il logo del Premio Olivarum indetto dalla Regione Basilicata

Il logo del Premio Olivarum indetto dalla Regione Basilicata

Data : 24 March 2022

Si terrà il 24 marzo a Melfi (PZ), alle ore 15,30, la cerimonia conclusiva della XVIII edizione del Premio regionale "Olivarum" destinato ai migliori oli extravergine d'oliva della Basilicata dell'annata 2021-22. L'evento, che si svolgerà all’interno del giardino del Museo diocesano e nella sala convegni del Palazzo Arcivescovile (ingresso da Piazza IV Novembre), sarà inaugurato con il percorso espositivo dei 57 oli partecipanti che si contenderanno il premio.

Il Premio regionale "Olivarum" è stato istituito nel 2000 dalla Regione Basilicata non solo per premiare il miglior olio extravergine di oliva prodotto e imbottigliato in Basilicata, ma anche per divulgare tra i produttori e i consumatori di olio di oliva il valore e l’importanza della qualità e genuinità, per promuovere e valorizzare la produzione olivicola regionale e per valorizzare la tecnica e l’esperienza dell'assaggio dell'olio di oliva quale strumento di valutazione della qualità.

Bandito quest'anno con Determinazione 16 novembre 2021, n. 3, dell'Ufficio Direzione Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione Basilicata - che come di consueto ne ha curato lo svolgimento con la collaborazione dell'ALSIA - il concorso prevede che al primo classificato nella graduatoria generale sia riconosciuto il premio Olivarum di questa XVIII edizione. I campioni di olio delle 57 aziende partecipanti sono stati sottoposti ad esami organolettici e chimico-fisici per valutarne la qualità. Le analisi chimico-fisiche sono state effettuate presso il Centro Ricerche dell'ALSIA "Metapontum Agrobios", dove tra l'altro si sono svolte le operazioni della Commissione di assaggio.

Ulteriori Menzioni speciali verranno assegnate al migliore delle seguenti categorie concorsuali:

- “Grande Produttore” riservata solo per lotti omogenei superiori ai 30 quintali;
- “Mono-varietale” solo se esplicitamente indicato in etichetta;
- “Biologico” solo se indicato in etichetta secondo la normativa vigente;
- “DOP Vulture” solo se esplicitamente indicato in etichetta secondo la normativa vigente;
- “IGP Olio Lucano” solo se esplicitamente indicato in etichetta secondo la normativa vigente;
- “Prodotto di Montagna” solo se indicato in etichetta secondo la normativa vigente.

“ll Concorso, giunto quest’anno alla 18° edizione – ha commentato in una nota l’Assessore alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali della Regione, Vincenzo Baldassarre - rappresenta un appuntamento importante in quanto oltre ad essere premiate le eccellenze dell’olivicoltura regionale si traccia il bilancio dell’attività e si discutono le linee di sviluppo del comparto”.

Ai premiati delle varie categorie verrà assegnato uno stand espositivo senza alcun costo presso la manifestazione Sol-Agrifood in programma a Verona dal 10 al 13 aprile 2022 in contemporanea con il Vinitaly. I vincitori parteciperanno inoltre al concorso internazionale Sol d’Oro. 

Dopo i saluti istituzionali del Vescovo di Melfi S.E. don Ciro Fanelli, del sindaco di Melfi, Giuseppe Maglione, del dirigente generale delle Politiche agricole della Regione Basilicata, Emilia Piemontese e del direttore dell'ALSIA, Aniello Crescenzi, l'evento - coordinato da Filippo Radogna, giornalista e funzionario della Regione Basilicata - prevede la presentazione del progetto O.R.G.Oli.O. Lucano con le relazioni di Giuseppe Montanaro dell’Università degli Studi della Basilicata, e l'illustrazione - da parte dei capi panel della Commissione di Assaggio, Stefania D’Alessandro della Regione e Giovanni Lacertosa di ALSIA Agrobios - delle peculiarità degli oli lucani partecipanti al Concorso Olivarum 2022.

La premiazione, in conclusione della manifestazione avverrà da parte dell’Assessore alle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Vincenzo Baldassarre.

Redazione

Le donne vittime di violenza e stalking attraverso il numero verde 1522, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le pari opportunità, attivo 24 ore su 24 e accessibile da tutto il territorio nazionale, possono chiedere aiuto e sostegno nonché ricevere informazioni. L'assistenza telefonica consente un graduale avvicinamento ai servizi con assoluta garanzia di anonimato.
Il Comitato Unico di Garanzia dell' ALSIA