Olio dell'ultima campagna di produzione, attenti all'etichetta

In Italia obbligo di indicazione se il 100% dell’olio proviene dalla raccolta di olive di una sola annata e viene commercializzato sul territorio nazionale

Data : 20 February 2021

Riconoscere l’olio prodotto nell’ultima campagna di produzione è possibile attraverso la lettura dell’etichetta. Le normative, infatti, comunitaria e nazionale prevedono per le categorie dell’olio extra vergine di oliva e dell’olio di oliva vergine di riportare in etichetta l’indicazione della campagna di raccolta esclusivamente se il 100% dell’olio contenuto nella confezione non è miscelato con olio di altre annate.

Questo è quanto previsto dal legislatore a tutela del consumatore. È riportato, infatti, nei considerando del Reg (UE) 1335/2013: “Per permettere al consumatore di assicurarsi della freschezza del prodotto, occorre prevedere che l’indicazione facoltativa della campagna di raccolta possa figurare sull’etichetta soltanto nel caso in cui il 100 % del contenuto dell’imballaggio provenga da tale raccolta”.

Contrariamente alla norma comunitaria, in cui l’indicazione in etichetta della campagna di raccolta non è obbligatoria, la norma nazionale (L. n. 122 del 7 luglio 2016) obbliga a farlo se il 100% dell’olio proviene dalla raccolta di olive di una sola annata e viene commercializzato sul territorio nazionale. Come la normativa europea, quindi, la campagna di raccolta non può mai essere indicata se l’olio confezionato proviene da una miscelazione di oli di due o più annate di produzione.

Il consumatore che vuole acquistare olio prodotto nell’ultima compagna può consapevolmente orientare le sue scelte sapendo che: 

  • troverà l’indicazione della campagna di raccolta in etichetta che il produttore deve riportare obbligatoriamente se l’olio ha origine italiana ed è destinato al mercato italiano;
  • l’indicazione è riportata come biennio di produzione essendo la raccolta delle olive a cavallo fra due anni (ad es. “2020/2021”) o con il mese e l’anno di molitura (ad esempio, per le olive raccolte il 30 novembre 2020 e molite il 1° dicembre 2020 sarà indicato “dicembre 2020” e non “novembre 2020” e neppure “novembre/dicembre 2020”;
  • l’indicazione della campagna di raccolta precede il termine minimo di conservazione;
  • l’indicazione della data di raccolta è preceduta dalle diciture:
    • Campagna di raccolta olive;
    • Campagna di raccolta.

Antonio Buccoliero