Oli extravergine candidati per la Guida Slow Food

Il 23 gennaio la selezione delle migliori produzioni di Basilicata e Campania, e il punto sul progetto #GO_Inno_OlivoOlio

Data : 21 January 2020

Un confronto fra più di 40 produzioni delle recenti campagne olearie di oltre 30 eccellenze lucane e campane, che passerà attraverso la degustazione guidata di olio extravergine d’oliva nell’ambito del progetto del Gruppo Operativo #GO_Inno_OlivoOlio. Sarà questo l’argomento principale dell’incontro di degustazione previsto il 23 gennaio, a partire dalle ore 15.00, nel Centro Ricerche dell’ALSIA “Metapontum Agrobios” di Metaponto (Bernalda, MT), per selezionare gli oli migliori da candidare all’inserimento nella Guida degli extravergine di Slow Food e confrontarsi sulle problematiche di settore.
L’iniziativa, organizzata da oltre dieci anni dall’ALSIA, l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura, e dall’Università di Basilicata, tende a valorizzare l’olio extravergine di oliva italiano e a segnalare e promuovere il lavoro delle aziende e dei produttori, vera anima dei territori e dello straordinario patrimonio varietale olivicolo.
Tra le caratteristiche richieste per la partecipazione alla selezione degli oli c’è innanzitutto una produzione complessiva che vada oltre l’autoconsumo, con una disponibilità di prodotto di almeno cinque ettolitri annui e la vendita al pubblico in azienda.
Le degustazioni, riservate a produttori, tecnici e consumatori, conteranno sulla presenza qualificata di Angelo Lo Conte, esperto assaggiatore e conoscitore del settore olivicolo, presidente della Condotta Slow Food Irpinia Colline dell’Ufita e Taurasi, e responsabile delle selezioni degli oli della Guida Slow Food di Campania e Basilicata.
Nel corso dell’evento verranno illustrate anche le attività dell’ALSIA per la qualificazione delle produzioni olivicole nell’ambito del progetto GO Inno_OlivoOlio, finanziato dal Programma di Sviluppo Rurale 2014-20 della Regione Basilicata.
Info: giovanni.lacertosa@alsia.it

S. Gallo