Italia in ginocchio per la siccità. Cali drastici anche negli invasi in Basilicata

l'Anbi segnala la riduzione delle portate idriche non solo al Nord ma anche nel resto d'Italia

Monte Cotugno, al 30 luglio scorso, segnava una carenza idrica di poco più di 47 milioni di metri cubi d'acqua

Monte Cotugno, al 30 luglio scorso, segnava una carenza idrica di poco più di 47 milioni di metri cubi d'acqua

Data : 13 August 2020

L'estate 2020 verrà ricordata anche per la carenza idrica nei bacini italiani. I dati, infatti, sembra superino quelli dello stesso periodo del 2019. Lo sostiene l'Anbi (Associazione Nazionale Bonifiche Irrigazioni Miglioramenti Fondiari). Al Nord - si legge nella nota diffusa -  crollano le altezze idrometriche dei laghi Maggiore e Lario. In Centro Italia si segnala il trend negativo degli invasi marchigiani e al Sud prosegue la discesa delle riserve idriche trattenute negli invasi di Puglia e Basilicata.
Difficli le situazioni indicate dalla  sede lucana dell'Autorità di Bacino distrettuale dell'Appennino meridionale che il 30 luglio scorso segnalava nell'invaso  di San Giuliano una differenza di volumi di circa 13 milioni di metri cubi d'acqua che arrivavano  a una  carenza di poco più di 47 milioni a Monte Cotugno. 

Antonella Ciervo