Imprese lucane, una su tre è a conduzione femminile

Diffusi i dati del Registro Imprese della Camera di Commercio della Basilicata. Cresce l'interesse per l'agricoltura

Imprese femminili in Basilicata, aumenta l'interesse per l'agricoltura

Imprese femminili in Basilicata, aumenta l'interesse per l'agricoltura

Data : 06 March 2020

Una azienda su tre in Basilicata è gestita da donne. E' uno dei dati che mergono dal censimento del Registro Imprese della Camera di Commercio della Basilicata che indica 1068 aziende con una donna al comando. La media lucana pari al 26,73% è superiore a quella registrata nell'intero Mezzogiorno (23,76%) e dell'Italia (22%). I riferimenti interni, poi, segnano un dato positivo per le imprese femminili che nella sola Basilicata solo pari al 34,98%. 
E' l'agricoltura a indicare gli elementi di maggiore ottimismo con ben 6366 aziende "rosa" censite nel solo 2019 a conferma del grande interesse che le imprenditrici assegnano a questo settore. Emerge, al tempo stesso, un dato su cui sarebbe necessaria una riflessione più approfondita: la diminuzione delle imprese femminili under 35 che sono passate da 2085 nel 2017 a 1965 nel 2018 e 1873 lo scorso anno. 
Le cifre vengono commentate dalla presidente del Comitato per l’Imprenditoria Femminile della Cciaa lucana, Rosa Gentile: “Il dato è anche una conseguenza rispetto ad una mancata strutturazione del welfare, in relazione alla conciliazione vita-lavoro, per cui piccole e micro imprese gestite da donne spesso cessano l’attività nel momento in cui le titolari decidono di mettere su famiglia e sono costrette, loro malgrado, ad effettuare una scelta. E’ uno dei punti-cardine in discussione al Comitato la necessità di avere un sistema di nuove politiche attive del welfare, che osservi i tempi e le dinamiche delle nostre imprese e apra una rete di sostegno e di accompagnamento in grado di rendere le sfide della vita e del lavoro delle imprenditrici conciliabili e vincenti”.

Antonella Ciervo