Il "Cenzino Coratina" trionfa al concorso internazionale Aipo d'argento 2020

E' dell'azienda Marvulli di Matera il miglior extravergine biologico- fruttato intenso

Giovanni Marvulli

Giovanni Marvulli

Data : 12 June 2020

È l’extravergine di oliva “Cenzino Coratina” dell’azienda agricola Marvulli di Matera  il vincitore della categoria biologico- fruttato intenso del Concorso Oleario Internazionale AIPO D’ARGENTO 2020. Giunto alla 17 a edizione, il premio ha avuto il patrocinio del Ministero italiano delle Politiche agricole, alimentarti e forestali e della Regione Veneto, oltre che il supporto del Gruppo Editoriale de ‘L’Informatore Agrario’, della Pieralisi spa di Jesi e della Cattolica Assicurazioni spa di Verona.

Già vincitore del premio Biol Novello 2019,  Tre foglie Gambero Rosso e tra i Grandi oli di Slow Food, l'Aipo d'argento 2020 per il "Cenzino" di Giovanni Marvulli è l'ennesimo riconoscimento di prestigio.

“Il premio – dichiara il titolare dell’azienda, Giovanni Marvulli-  è il risultato del grande sforzo e dei grandi sacrifici che porto avanti da 10 anni per ottenere prodotti di grande qualità e per migliorarmi continuamente. Ormai – prosegue- se si vuole emergere su certi mercati, bisogna presentare produzioni di livello, quasi di nicchia altrimenti si fa solo la guerra sul prezzo e un'asta al ribasso che è insostenibile per i piccoli produttori come me e come la maggior parte dei miei colleghi lucani. Non ha senso offrire prodotti di media qualità- sottolinea Marvulli- perché ci sarà sempre qualcuno capace di offrire prodotti di quella stessa media qualità a prezzi inferiori. In Basilicata siamo tutti piccoli, al più medi produttori, e non possiamo reggere il confronto con grosse aziende. Le nostre armi devono essere l'alta qualità, la genuinità e la valorizzazione delle cultivar autoctone (ognuna con profumi e sapori particolari) di cui la Basilicata come tutta l'Italia (a differenza di altri paesi) è ricchissima. La mia soddisfazione è doppia – conclude Marvulli- perché ho battuto dei veri colossi che hanno molti più mezzi di me e che, recentemente, hanno vinto pure loro concorsi di grande prestigio”.

A  confronto alcune fra le migliori produzioni olearie del bacino mediterraneo, dove si concentrano i tre/quarti della produzione olearia mondiale. Oltre 415 i campioni giunti alla segreteria tecnico-gestionale dell’Aipo di Verona che organizza da sempre la manifestazione. In gara campioni  arrivati oltre che dall’Italia, da Grecia, Spagna, Portogallo,Turchia, Croazia, Slovenia. C’è stato bisogno di oltre 7.000 bicchieri da degustazione e di circa 3.000 schede di valutazione per selezionare i 144 oli  che, superando la soglia dei 90/100, hanno ottenuto le 3 gocce di qualità e gli 81 oli promossi alla finalissima.

L’azienda Marvulli, oltre a trionfare con 3 gocce nella categoria biologico- fruttato intenso, ha ottenuto 2 gocce di qualità anche per l’etichetta “Cenzino- Ogliarola del Bradano”. Una goccia di qualità (punteggio da 70 a 79) anche per un altro extravergine lucano:  il Frantoio L’olio dei Sassi di Cosimo Vitale &C di Matera.

L’olio  “Cenzino coratina”,vincitore del premio, è prodotto a Matera, da olive raccolte a macchina e olio estratto in un frantoio a ciclo continuo misto.  Il monovarietale di Coratina si distingue per il fruttato intenso e per il gradevole equilibrio tra l'amaro e il piccante entrambi ben presenti e persistenti. Segno che la scelta di non utilizzare fitofarmaci e concimi nella produzione  si sente e fa la differenza in termini di qualità e gusto. 

M. Agata