Fase 2: tavoli tematici per far ripartire agricoltura e cooperazione

Bardi: "Due settori importantissimi per l'economia lucana che danno occupazione a migliaia di lavoratori"

Il presidente della Regione Bardi con gli assessori Rosa e Fanelli durante l'incontro sulla Fase2

Il presidente della Regione Bardi con gli assessori Rosa e Fanelli durante l'incontro sulla Fase2

Data : 29 May 2020

Tavoli tematici per individuare risorse economiche e condividere azioni, provvedimenti e piattaforme strategiche per la ripartenza e il rilancio delle attività agricole e della cooperazione. È questa la strategia per la Fase 2 emersa dall’incontro che il presidente della Regione Basilicata Vito Bardi ha tenuto con i vertici regionali di sindacati, organizzazioni professionali di categoria e organizzazioni datoriali del mondo agricolo e della cooperazione.  

“Si tratta – ha detto Bardi- di due settori importantissimi per l’economia e il welfare lucano, che danno occupazione a migliaia di lavoratori e assistenza alle fasce più deboli della popolazione”.

All’incontro hanno partecipato l’assessore alle Politiche agricole e forestali Francesco Fanelli e l’assessore all’Ambiente ed energia Gianni Rosa.

In particolare, per quanto riguarda l’agricoltura, l’assessore Fanelli ha evidenziato che: “nonostante la filiera non si sia mai fermata e nonostante gli interventi di sostegno economico attivati prontamente dalla Regione, l’emergenza Covid ha colpito fortemente alcune attività legate alla filiera agricola quali il comparto lattiero-caseario, le imprese agrituristiche e della ristorazione, i bar, le fattorie didattiche”.

L’impegno, condiviso con organizzazioni professionali, sindacali e datoriali, è a proseguire con la campagna “Compra lucano”, anche coinvolgendo il settore della distribuzione per dedicare spazi significativi ai prodotti agricoli lucani di qualità.

Il tavolo tematico dedicato all’agricoltura si occuperà anche della questione della manodopera stagionale, in modo da garantire la raccolta e commercializzazione dei prodotti. Si stanno verificando, infine,  un quadro di azioni, in armonia con i provvedimenti nazionali ed europei, da mettere in campo per il comparto agricolo.

M. Agata