Ecosistemi italiani. Donne in campo lancia il recupero delle foreste

L'associazione femminile della Cia agricoltori punta sugli 8 milioni di ettari di terreni degradati

"DOnne in campo" propone il recupero delle foreste per tutelare ambiente e biodiversità

Data : 09 March 2020

"Le aree forestali  forniscono acqua pulita, regolano il ciclo dell’acqua e riducono l’erosione del suolo, forniscono biomassa per energia in sostituzione di gas, petrolio, carbone e altri prodotti legnosi e non, come frutti di bosco, funghi, resine e medicine. Inoltre, le foreste e gli alberi mitigano il cambiamento climatico, sequestrando il carbonio e favoriscono l’adattamento a eventi estremi e all'aumento della temperatura". Così Donne in campo, l'associazione femminile della Cia - agricoltori ha lanciato proprio l'8 marzo la proposta di Un Piano nazionale di ripristino degli ecosistemi naturali; il tema è quello del restauro di terreni agricoli e forestali che in Italia coprono un'area di circa 8 milioni di ettari. Le azioni da mettere in atto che coinvolgerebbero anche molte delle aziende gestite da donne, interverrebbero per ridurre i rischi di disastri naturali e tutelare biodiversità e paesaggio 

Antonella Ciervo