Cultura alimentare, da Matera parte il tour del GeCA in Basilicata

Inaugurata il 15 dicembre la mostra del Geoportale del Ministero della Cultura. Anche l'ALSIA nel progetto di valorizzazione del patrimonio immateriale enogastronomico

L'inaugurazione della mostra del Geoportale della Cultura alimentare al Museo Ridola

L'inaugurazione della mostra del Geoportale della Cultura alimentare al Museo Ridola

Data : 16 December 2021

Un lavoro di ricerca delle eccellenze dei saperi e dei sapori della Basilicata, per valorizzare il patrimonio demoetnoantropologico del territorio: è questo l'obiettivo del GeCA, il Geoportale della Cultura alimentare, presentato in conferenza stampa a Matera il 15 dicembre 2021, al Museo Ridola, in occasione dell'inaugurazione della relativa mostra.

Il progetto, promosso dall’Istituto Centrale per il Patrimonio Immateriale (MIC - Ministero della Cultura), è finanziato dal PON "Cultura e Sviluppo" ed è sostenuto dalla Regione Basilicata con la collaborazione dell'Università degli Studi della Basilicata. 

 

 

La mostra “Geoportale della Cultura Alimentare: cibo e territorio lucano” appena inaugurata, che potrà essere visitata fino al 27 febbraio 2022, propone un viaggio all’interno della cultura alimentare e del patrimonio immateriale alimentare della Regione Basilicata. Il percorso di presentazione del GeCA era partito questa primavera proprio dalla Basilicata, eletta regione pilota, ed è proseguito lungo lo stivale facendo tappa in Liguria, Piemonte, Veneto, Puglia, Marche, Emilia Romagna. Un percorso fatto di azioni promozionali per divulgare l'unicità del patrimonio immateriale enogastronomico del Paese.

Il lavoro del Geoportale è tuttora in corso, e proprio in questi giorni anche l'ALSIA, con il suo notevole patrimonio di dati e di esperienze sul territorio lucano, ha definito un'intesa con l'Istituto centrale per il Patrimonio immateriale per contribuire a integrare le informazioni raccolte dal Geoportale. 

 

Lo spirito del GeCA punta a valorizzare il patrimonio immateriale lucano rendendo fruibili le informazioni sull’enogastronomia, e offrendo supporto allo sviluppo dei territori in chiave turistico-culturale. Con pannelli espositivi e strumenti multimediali, sono tre le macroaree tematiche della mostra dedicate al cibo, di cui si indaga il rapporto fra storico e contemporaneo, fra sapori e migrazioni, fra socialità e gioco. 

Nel sito del Geoportale (CLICCA QUI per accedere al GeCA), tuttora in corso di rivisitazione per una comunicazione più immediata e fruibile, protagoniste sono le micronarrazioni: brevi video di sulle tradizioni enogastronomiche locali, testimonianze dirette e memorie di produttori che valorizzano e perpetuano la cultura alimentare lucana.

 

 

Dopo Matera, la mostra sarà presentata in altre città della Basilicata fino alla presentazione finale nel Castello di Lagopesole, prevista nell'estate 2022. Alla conferenza stampa hanno preso parte il direttore generale della Regione Basilicata Donato Del Corso, Domenico Bennardi, Sindaco di Matera, Annamaria Mauro, direttrice del Museo Nazionale di Matera, Leandro Ventura, direttore dell'Istituto centrale per il Patrimonio immateriale, Ferdinando Mirizzi, dell'Università della Basilicata, Angelo Boscarino, CEO di Bia srl, e Paride Leone, presidente Slow Food Basilicata. 

 

Redazione

Le donne vittime di violenza e stalking attraverso il numero verde 1522, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le pari opportunità, attivo 24 ore su 24 e accessibile da tutto il territorio nazionale, possono chiedere aiuto e sostegno nonché ricevere informazioni. L'assistenza telefonica consente un graduale avvicinamento ai servizi con assoluta garanzia di anonimato.
Il Comitato Unico di Garanzia dell' ALSIA