Crescenzi: "Un pugno nello stomaco quel fondo bianco della prima pagina della Gazzetta"

Il commento del direttore dell'ALSIA sulla vicenda della sospensione delle pubblicazioni da parte del prestigioso quotidiano del Mezzogiorno

Il direttore dell'ALSIA, Aniello Crescenzi

Il direttore dell'ALSIA, Aniello Crescenzi

Data : 02 August 2021

“L’arrivederci” del titolo, e quel fondo bianco della prima pagina attorno all’editoriale di Michele Partipilo, direttore della Gazzetta del Mezzogiorno, sono un pugno nello stomaco, e provocano una sensazione di vuoto. E’ questo il commento di Aniello Crescenzi, direttore dell’ALSIA (l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura) all’indomani di quella che, si spera, sia solo una sospensione delle pubblicazioni dello straordinario quotidiano.

“Si tratta di una delle testate giornalistiche più prestigiose e storiche del sud Italia – ha detto Crescenzi - che ha sempre svolto un ruolo strategico nella diffusione delle informazioni e della cultura anche nel settore agro-alimentare di Puglia e Basilicata. Si auspica una rapida ripresa delle pubblicazioni, anche per salvaguardare il ricco patrimonio di risorse umane che con alta professionalità svolgono il loro lavoro quotidianamente, per continuare a svolgere un ruolo propulsivo per lo sviluppo del territorio”.

Ai colleghi della Gazzetta, anche il saluto e la solidarietà della Redazione di “Agrifoglio” – ALSIA.

Redazione