Campagna apistica 2020-21 in Basilicata: prorogate al 31 luglio domande di pagamento e rendicontazione

La decisione della Giunta regionale fa seguito alle maggiori risorse del MIPAAF. Tutte le domande ammissibili del bando saranno finanziate

Data : 10 July 2021

Sono stati pororogati al 31 luglio 2021 i termini per la presentazione delle domande di pagamento e della relativa documentazione contabile per la campagna apistica 2020/21, e adesso tutte le domande sinora ritenute ammissibili potranno essere finanziate. Lo ha stabilito la Delibera di Giunta (DGR) 28 giugno 2021, n.519, della Regione Basilicata, dopo che he il MIPAAF, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali, con provvedimento dell’8 giugno 2021 ha reso disponibili per la Basilicata e per il corrente anno apistico ulteriori € 20.636,16, per un totale aggiornato di € 99.222,00. 

Il precedente termine di presentazione delle domande di pagamento e della rendicontazione era stato fissato al 30 giugno 2021 dalla DGR n. 792 del 13/11/2020, con la quale era stato approvato il Programma apistico regionale e il relativo bando attuativo per la campagna 2020-2021, ai sensi del Reg. UE 1308/13. Con determinazione dirigenziale n. 81 del 04 febbraio 2021 era stata quindi approvata la graduatoria definitiva dei beneficiari del bando, con esclusione per carenza di fondi di alcune domande pur ritenute ammissibili.

Le ulteriori risorse rese disponibili sono ora sufficienti a soddisfare tutte le richieste dei beneficiari ritenuti ammissibili e presenti nella graduatoria approvata, beneficiari che ora grazie alla proroga potranno presentare in tempo la documentazione utile per la rendicontazione delle spese sostenute.  

La DGR 519/2021 stabilisce inoltre che "tutta la documentazione relativa alla rendicontazione delle spese sostenute dovrà essere inviata esclusivamente tramite PEC all'indirizzo ufficio.zootecnia@cert.regione.basilicata.it, e che la documentazione cartacea originale, da conservare agli atti dell’Ufficio, dovrà essere consegnata successivamente, a seguito di specifica richiesta da parete dell’Ufficio, in ossequio alle disposizioni in materia di prevenzione sanitaria da rischio contagio da COVID-19".

Redazione