CIS, Contratto Istituzionale di Sviluppo: la Basilicata punta anche sull'ambiente

In tutto sono 156 le proposte presentate al presidente del Consiglio Conte. L'11 marzo si passerà alla fase programmatica

Vertice con il premier Conte sul Cis Basilicata

Vertice con il premier Conte sul Cis Basilicata

Data : 13 February 2020

Il prossimo appuntamento, l'11 marzo potrebbe già segnare il passaggio alla fase programmatica. E' in quell'occasione che davanti al Governo e ai principali partner istituzionali, a cominciare da Invitalia, si entrerà nel merito delle 156 proposte giunte alla presidenza del Consiglio e comprese nel Cis (Contratto Istituzionale di Sviluppo). Tra i temi di maggiore interesse c'è l'ambiente su cui si punterà tenendo presenti i principali parametri illustrati già nel primo incontro romano, nei giorni scorsi: le proposte infatti dovranno essere innanzitutto collegate allo sviluppo del territorio e non avere già finanziamenti da altre font, come ha chiaramente indicato  Invitalia, delegata dal Governo a gestire i progetti del Contratto Istituzionale di Sviluppo in Basilicata. Dopo l'incontro dei giorni scorsi alla presidenza del Consiglio, si lavora sulle 156 proposte che sono arrivate sul tavolo del Governo da 64 Comuni, due province, una associazione di Comuni, cinque associazioni e Fondazioni oltre a cinque imprese e al Consiglio Nazionale delle Ricerche. Grazie alla sua particolare geomorfologia e alla presenza di parchi nazionali al suo interno, la Basilicata rientra a pieno titolo nelle caratteristiche di Cis che punterà  sulla valorizzazione del patrimonio ambientale oltre  che al potenziamento infrastrutturale e alle connessioni logistiche. I tecnici sono già al lavoro per esaminare i progetti già dotati di copertura finanzaria concentrandosi in particolare sui livelli di progettazione e sullo stato di avanzamento. Terminata questa fase spetterà al Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) stanziare la necessaria copertura finanziaria

Antonella Ciervo