Basilicata, pubblicati i disciplinari di produzione integrata per il 2021

Il testo, approvato dall’Ufficio fitosanitario della Regione, riguarda le norme tecniche agronomiche e quelle tecniche di difesa, controllo delle infestanti e fitoregolatori

Data : 17 February 2021

Pubblicati i disciplinari di produzione integrata della Regione Basilicata per il 2021. Il testo coordinato è stato approvato dall’Ufficio fitosanitario della Regione Basilicata con Determinazione Dirigenziale n. 14AD.2021/D.00101 del 09.02.2021, che stabilisce come i disciplinari siano “vincolanti per:

  • gli impegni richiesti dalla misura 10.1.1- Produzione Integrata - del Programma di sviluppo rurale della regione Basilicata 2014-2020;
  • l’attuazione dei Programmi Operativi delle Organizzazioni dei Produttori (O.P.) presentati ai sensi del Reg. UE 1308/2013 e ss.mm.ii.;
  • l’adesione al Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata di cui alla legge n.4 del 3 febbraio 2011;
  • l’adesione al sistema di certificazione regionale di cui alla legge regionale n. 14 del 27 aprile 1999;
  • l’adozione della Difesa integrata volontaria prevista dal D. Lgs 14 agosto 2012, n. 150”.

Con riferimento ai principi ecologici, economici e tossicologici, la produzione integrata è il sistema di produzione agro-alimentare che utilizza tutti i metodi e mezzi produttivi e di difesa dalle avversità delle produzioni agricole, diretti a contenere il più possibile l’uso delle sostanze chimiche di sintesi e a razionalizzare la fertilizzazione.

Il testo approvato è distinto in due sezioni principali: la prima è dedicata alle norme tecniche agronomiche, cioè “alle fasi che vanno dalla coltivazione fino alla raccolta delle colture che si intendono assoggettare al metodo di produzione integrata”. Tali norme, esplicitate per ogni singola coltura o gruppi colturali, comprendono – tra l’altro – la scelta dell’ambiente di coltivazione e la vocazionalità, il mantenimento dell’agroecosistema naturale, la scelta varietale e quella del materiale di moltiplicazione, la fertilizzazione e l’irrigazione. Nella seconda parte, dedicata alle norme tecniche di difesa, controllo delle infestanti e ai fitoregolatori, per 47 colture (in alcuni casi, gruppi di colture tra loro assimilabili) sono individuate le avversità, i criteri di intervento, i principi attivi da impiegare, il numero degli interventi ammissibili e le eventuali limitazioni d’uso.

Per quanto concerne i trattamenti delle varie colture, il documento approvato prevede la concessione di deroghe di carattere aziendale o di valenza territoriale in caso di eventi straordinari che determinino “situazioni fitosanitarie o agronomiche tali da richiedere un impiego di prodotti fitosanitari o una tecnica colturale diversa o non prevista nelle schede di coltura”.

CLICCA QUI e scarica la Determinazione dirigenziale.

CLICCA QUI e scarica i Disciplinari di produzione integrata.

Redazione