Basilicata in ritardo con i controlli delle macchine irroratrici

Obblighi e sanzioni nella video-rubrica di Alsia "L'esperto risponde"

Data : 08 May 2020

Il controllo funzionale delle macchine irroratrici per una corretta difesa fitosanitaria dal 2017 è obbligatorio. In Basilicata, però, c’è ancora una scarsa applicazione della normativa e molta confusione tra ciò che è obbligatorio e ciò  che è consigliato.

Arturo Caponero, funzionario ALSIA, responsabile del Servizio di Difesa Integrata, nell'appuntamento VIDEO con "L'esperto risponde", fornisce una serie di informazioni per districarsi con maggiore chiarezza nella materia.

Innanzitutto è possibile eseguire trattamenti di difesa fitosanitaria solo con macchine agricole accreditate e in regola con il controllo funzionale, se non si vuole incorrere in sanzioni.

I Centri accreditati, considerato il fatto che i mezzi non possono spostarsi su strada, si spostano con banchi prova mobili direttamente nelle aziende che ne fanno richiesta. L’elenco dei Centri accreditati è consultabile sul sito dell’ALSIA.

 I controlli hanno una periodicità di  5 anni solo fino al 2020, dal 2021 andranno invece effettuati ogni 3 anni.

Il video fa parte della rubrica "L'esperto risponde" della redazione di Agrifoglio, notiziario regionale di agricoltura sostenibile curato dall'ALSIA. 

Per informazioni o domande, scrivere a urp@alsia.it

M. Agata