A Marco De Biasi e gli attivisti di Legambiente Basilicata il premio #Green Heroes

Indicati da Alessandro Gassman tra i nuovi eroi verdi per il progetto ScamBioLoGiCo

Il logo del premio #GreenHeroes

Il logo del premio #GreenHeroes

Data : 17 March 2020

Sono degli ambientalisti veri, dei #GreenHeroes Marco De Biasi e gli attivisti di Legambiente Basilicata.

Parola di Alessandro Gassman che, ogni venerdì, con l’aiuto degli esperti del Kyoto Club, diffonde sul suo account twitter le storie di persone e imprese che con il loro lavoro hanno messo in piedi attività ecosostenibili e fanno bene al futuro del pianeta.

Tra le buone pratiche da far conoscere il noto attore  ha indicato la Green Station di Legambiente Basilicata:  un posto dove vendere alimenti biologici, di alta qualità, prodotti localmente e ad un prezzo giusto per chi li produce e chi li compra.

Il progetto,  nato nel 2016,  si chiama ScamBioLoGiCo ed è “un negozio dove tutte le sillabe hanno un significato. Un fabbricato in grado di produrre energia elettrica attraverso i pannelli installati sul tetto e di scambiarla e immetterla in rete. Un posto che vende prodotti biologici, locali, offerti a un prezzo giusto, in un luogo dove condividere i saperi. Un esercizio commerciale in grado di supportare l’economia di 80 aziende locali, impegnare stabilmente due persone, offrire prodotti di qualità superiore ai cittadini, produrre fatturato e fare comunità”.

Al recupero della  stazione abbandonata, Marco e gli attivisti di Legambiente Basilicata  hanno affiancato un altro progetto eco, in grado di ridurre lo spreco di plastica nelle tante sagre e feste di paese lucane: una lavapiatti mobile in grado di garantire fino a 3000 coperti. “Un’idea – sottolinea Gassmann- che da 4 anni, prima che le leggi europee bandissero l’uso della plastica usa e getta, rende le sagre della zona sostenibili”.

Margherita Agata