2050, obiettivo impatto zero: come cambia la Pubblica amministrazione con il Green deal

Il 13 maggio tutto quello che c'è da sapere nel webinar organizzato da Fpa in collaborazione con Abaco Group

Data : 27 April 2020

“2050, obiettivo impatto zero: dati e tecnologie per il controllo delle risorse territoriali”. E’ il tema del  webinar organizzato da FPA in collaborazione con Abaco Group che si terrà  il 13 maggio 2020  dalle 12 alle 13.

Verranno illustrati casi e sperimentazioni di soluzioni innovative per la gestione e il controllo delle risorse territoriali avviate in Italia e in altri Paesi europei, mostrando le possibilità che hanno le pubbliche amministrazioni di contribuire agli obiettivi di sostenibilità definiti dal Green deal, il programma approvato  dalla Commissione europea per rendere sostenibile l'economia dell'UE entro il 2050.

In questa scommessa europea per lo sviluppo sostenibile la pubblica amministrazione centrale e locale e in particolare le agenzie regionali impegnate nella gestione delle tematiche ambientali sono chiamate a svolgere un ruolo chiave.

Il programma europeo prevede un forte impegno nello sviluppo di tecnologie e soluzioni. “Oggi – spiega Fpa- esistono tecnologie che consentono una nuova gestione e il pieno controllo delle risorse territoriali, garantendo tracciabilità e livelli efficienti di produttività. Le più moderne tecnologie di remote sensing, come supporto per il controllo automatizzato di ammissibilità delle superfici agricole e per il riconoscimento delle colture, sono strumento di razionalizzazione della spesa della PA in ambito ambientale e di verifica delle regole definite dai regolamenti regionali, nazionali ed europei.

Diventa infine fondamentale adottare un approccio data driven. Grazie ai dati provenienti da fonti satellitari, sensoristiche e database o indici agro- meteorologici si ottengono informazioni specifiche su tutte le tipologie di terreno, che permettono di ottimizzare i rendimenti o programmare un nuovo piano di gestione pluriennale”.

La partecipazione al webinar è gratuita, ma è necessario iscriversi qui

 

M. Agata