Le modalità per il pagamento e la riscossione dei rimborsi per l'estrazione di copie sono contenute nella deliberazione A.U. n. 391 del 18 novembre 2003.

L'esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi avviene con la duplicazione o presa visione delle informazioni.
La visione e l'esame delle informazioni sono disposte a titolo gratuito. Il rilascio di copie:

è gratuito se la riproduzione, rapportata al formato A4, non supera le n. 15 (quindici) facciate;

è oneroso, senza alcuna franchigia, per quantitativi di facciate superiori. In tal caso, per ciascuna facciata riprodotta l'utente dovrà corrispondere all'Agenzia un rimborso spese di €.0,07.

Le riproduzioni in formato A3, o superiori, sono da riportarsi ad un equivalente numero di riproduzioni su formato A4 per il conteggio degli oneri relativi a carico dell'utente.
Ai fini della esenzione del rimborso, non è consentito frazionare la richiesta di copie relative agli stessi documenti da parte del medesimo soggetto.
La determinazione dei costi di specifici documenti con caratteristiche tali da non renderne possibile la loro riproduzione con le attrezzature esistenti presso gli uffici dell'Alsia, viene effettuata dal responsabile del procedimento, in relazione ai costi effettivamente sostenuti dall'Agenzia. In tali casi il responsabile del procedimento dovrà richiedere, prima dell'affidamento della riproduzione, il versamento a titolo provvisionale dell'importo presunto, salvo successivo conguaglio.
Le Pubbliche Amministrazioni sono esonerate dal rimborso dei costi di rilascio (esecuzione e spedizione) delle copie.
Gli importi devono essere rimborsati all'Agenzia alternativamente mediante versamento:

direttamente al responsabile della P.O. Economato e Provveditorato, che rilascerà copia dell'avvenuto pagamento;

sul c.c.p. n.10277754, intestato all'ALSIA, con causale " Rimborso accesso - L.241/90"; in tal caso farà fede la ricevuta del bollettino, eventualmente anche inviata a mezzo fax, che verrà allegata alla relativa richiesta di accesso.