Fattorie sociali

imagealt

Le pratiche collegate all’attività agricola spesso soddisfano i bisogni sociali di persone che vivono in situazioni di marginalità e di difficoltà. Pertanto, l’agricoltura può consentirci di lavorare sull'autostima di queste persone, ed essere utilizzata come strumento per l'inclusione sociale.

L’apprendimento dei saperi viene affiancato da esperienze di vita che lasciano spazio alla fantasia e alla creatività, con ritmi che non hanno a che fare con la frenesia che caratterizza la società odierna ma che rispettano i tempi dei cicli naturali. L’agricoltura sociale è soprattutto un forte passaggio culturale nei riguardi di persone che vivono in stato di difficoltà.

Nel rispetto dei principi sanciti dalla Legge n. 141 del 2015, la Regione Basilicata ha approvato la Legge Regionale n. 53 del 2018 ("Disposizioni in materia di agricoltura sociale”). Con questa legge la Basilicata riconosce e promuove, nell'ambito degli strumenti di programmazione regionale, l'agricoltura sociale quale aspetto della multifunzionalità delle imprese agricole, finalizzato allo sviluppo di interventi e di servizi sociali, socio-sanitari, educativi e di inserimento socio-lavorativo, allo scopo di facilitare l'accesso adeguato e uniforme alle prestazioni essenziali da garantire alle persone, alle famiglie e alle comunità locali in tutto il territorio regionale e in particolare nelle zone rurali o svantaggiate.

Referente
Ferrari  Ippazio

ALSIA - AASD Pantanello, SS Jonica 106 km 448.2, CAP 75010 Metaponto
0835.244265 - 347.1733322

Notizie

Notizie 16 Oct 2020

International Day of rural women, il Wwf celebra l'agricoltura in rosa

Diffusi i dati sulle aziende gestite da donne: il 32% delle aziende è di imprenditrici impegnate a sviluppare il metodo multifunzionale

Notizie 30 Mar 2020

La Rete fattorie sociali in campo su Fondi europei e ammortizzatori sociali

Due incontri in diretta Facebook per aiutare a distanza gli operatori del settore

Notizie 03 Mar 2020

Premio Welfare Index Pmi, sezione speciale per l'agricoltura sociale

Il riconoscimento giunto alla quinta edizione prevede un premio di 5 mila euro per la cultura del welfare aziendale

Agrifoglio