Valorizzazione della trota autoctona lucana, il 2 ottobre su RAI 3

Appuntamento con il progetto ALSIA-Regione Basilicata alle 12.25, con un servizio che andrà in onda nel corso della rubrica TGR "il Settimanale".

Data : 01 October 2021

Sabato 2 Ottobre, alle 12.25 su RAI 3, nel corso della rubrica TGR "Il Settimanale" verrà proposto un servizio sul progetto ALSIA “Valorizzazione della trota autoctona lucana”, che punta alla valorizzazione produttiva e al ripopolamento dei fiumi lucani con la trota fario di tipo Mediterraneo.

La trota fario mediterranea (Salmo trutta) rinvenuta in ambienti fluviali della Basilicata, tra cui quelli del Noce, dell’Agri e del Sinni, potrebbe alimentare un’acquacoltura sostenibile e innovativa, a tutto vantaggio di aziende ittiche, agriturismi e aziende della ristorazione, associazioni di pescatori e ambientaliste, Enti pubblici, e FIPSAS, la Federazione Italiana Pesca Sportiva e Attività Subacquee.

Il progetto è stato promosso dall’ALSIA con Delibera direttoriale n. 138/2019 nell’ambito della Misura 2.47 “Innovazione” del PO FEAMP Basilicata 2014/20, ed è stato approvato per complessivi 130.000 euro con Delibera dalla Giunta regionale di Basilicata n. 668/2019. Il progetto, che si avvale della consulenza scientifica del Dipartimento di Scienze dell’UNIBAS, l’Università degli Studi della Basilicata, dovrà concludersi entro il 2023, e prevede la collaborazione anche del CREA-ZA, il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria “Zootecnia e Acquacoltura” di Monterotondo (RM).

I riproduttori vengono identificati con TAG e successiva analisi del DNA mitocondriale e nucleare da parte del centro di ricerche dell’ALSIA “Metapontum Agrobios” e del CREA - ZA di Monterotondo, mentre la conservazione ed il mantenimento della razza saranno effettuate con l’immissione di avannotti selezionati presso gli impianti della ditta “Itticoltura di Luigi Mancino” di Tito (PZ).

Redazione