Rapporto Clima Italia. Il 2019 il terzo anno più caldo dal 1961

Pubblicati i dati del XV Studio realizzato da Ispra; analizzati anche gli eventi eccezionali e le calamità naturali che si sono abbattute sul Paese

Anche a stazione del Servizio agroemeteorologico dell'Alsia ha fornito i dati per il Rapporto sul clima di Ispra

Anche a stazione del Servizio agroemeteorologico dell'Alsia ha fornito i dati per il Rapporto sul clima di Ispra

Data : 10 July 2020

ll 2019 è stato  il terzo anno più caldo dal 1961 con temperature che hanno superato di oltre 4 gradi la media del mese di giugno al nord Italia, di 4 gradi al Centro e di oltre 3 gradi al Sud. Anche l'estate e l'autunno si sono classificate al terzo posto tra le più calde delle rispettive serie storiche con un andamento che è mutuato anche dalla situazione dei mari. Le notti con temperature superiori ai 20 gradi, definite tropicali, così come i giorni estivi con temperature superiori a 25 gradi collocano ancora il 2019 ai primi posti della serie dal 1961. Al Centro e al Sud i mesi più piovosi sono stati maggio, novembre e luglio con un incremento del 122%. 
 Il Rapporto che è stato diffuso dall'Ispra,  illustra l’andamento del clima nel corso del 2019  si basa su  dati e indicatori climatici, derivati in gran parte dal Sistema nazionale per la raccolta, l’elaborazione e la diffusione di dati Climatologici di Interesse Ambientale in collaborazione con gli organismi titolari delle principalireti di osservazione presenti in Italia. 
L'intero Rapporto è scaricabile al seguente link: https://www.alsia.it/opencms/opencms/Temi/attivita/Studi-e-Approfondimenti/

Antonella Ciervo