Arturo Caponero, agronomo dell’ALSIA, riconfermato ai vertici dell’AIPP

Un implicito riconoscimento anche all’Agenzia lucana per la divulgazione tecnica nella difesa fitosanitaria

Data : 31 January 2023

Con la prima riunione del neoeletto Consiglio Direttivo, lo scorso gennaio, sono state formalmente rinnovate le cariche dell’Associazione Italiana per la Protezione delle Piante (AIPP) che guideranno l’Associazione nel prossimo triennio. L’AIPP è una società scientifica che promuove e diffonde la conoscenza e i metodi per la protezione delle piante, aperta agli specialisti delle diverse discipline fitosanitarie, in un’ottica olistica, per fare da ponte tra il mondo accademico e della ricerca e quello dei tecnici di campo.

All’unanimità è stato riconfermato il Presidente uscente, prof. Gianfranco Romanazzi dell’Università Politecnica delle Marche. Al dott. Arturo Caponero, agronomo fitopatologo dell’ALSIA, il Direttivo ha confermato l’incarico di responsabile della comunicazione dell’AIPP, che ha già svolto nel precedente mandato.

“L’incarico attribuito al dott. Caponero – ha dichiarato il Direttore dell’ALSIA, prof. Aniello Crescenzi - è implicitamente anche un riconoscimento alla nostra Agenzia, sia per le attività tecniche di supporto alla protezione delle piante che a quelle della divulgazione e della comunicazione, anche con l’uso della multimedialità, delle app e dei social, strumenti che l’ALSIA utilizza per rendere sempre più efficace e fruibile l’informazione tecnica”.

E sicuramente l’apertura dell’AIPP alle potenzialità del web ha contribuito a far più che raddoppiare il numero dei soci dell’Associazione che quest’anno superano i 500 iscritti.

“La composizione del nuovo Direttivo dell’AIPP – secondo Caponero - ben rappresenta le diverse anime del sodalizio, che appartengono al mondo accademico e della ricerca, a quello dell’agroindustria ma anche al settore della fitoiatria applicata ed ai Servizi Fitosanitari. Molti hanno potuto avvicinarsi all’Associazione, e fruire delle sue attività ed iniziative, grazie ai diversi canali social (Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, YouTube) gestiti dall’AIPP che ha recentemente rinnovato la propria pagina web. Questo, inoltre, ha consentito di raggiungere anche un pubblico più ampio e non esperto che occasionalmente si interessa alla protezione delle piante, dalle quali però dipende la nostra stessa esistenza”.

Redazione

Le donne vittime di violenza e stalking attraverso il numero verde 1522, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento per le pari opportunità, attivo 24 ore su 24 e accessibile da tutto il territorio nazionale, possono chiedere aiuto e sostegno nonché ricevere informazioni. L'assistenza telefonica consente un graduale avvicinamento ai servizi con assoluta garanzia di anonimato.
Il Comitato Unico di Garanzia dell' ALSIA